Attualità, Cronaca, Golfo Dianese, Home, Politica — 9 luglio 2013 alle 12:34

Il patron di Imperia TV Francesco Zunino rischia il rinviato a giudizio, è accusato di aver diffamato il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori

Nuovi guai giudiziari per il patron di Imperia TV, Francesco Zunino. Dopo l’avviso di garanzia per abuso edilizio, ricevuto in qualità di ex presidente della G.M. S.P.A. a causa della presunta realizzazione di alcune opere sul molo delle tartarughe a Diano Marina, è stata fissata l’udienza preliminare che potrebbe portare al rinvio a giudizio per diffamazione a mezzo stampa. Secondo […]

di Gabriele Piccardo
Francesco Zunino

Francesco Zunino

Nuovi guai giudiziari per il patron di Imperia TV, Francesco Zunino. Dopo l’avviso di garanzia per abuso edilizio, ricevuto in qualità di ex presidente della G.M. S.P.A. a causa della presunta realizzazione di alcune opere sul molo delle tartarughe a Diano Marina, è stata fissata l’udienza preliminare che potrebbe portare al rinvio a giudizio per diffamazione a mezzo stampa. Secondo la Procura della Repubblica di Imperia, alcune affermazioni contenute nell’intervista rilasciata al settimanale cartaceo “PuntoImperia” (da tempo chiuso, ndr) da Zunino nei confronti del sindaco Giacomo Chiappori, sarebbero diffamatorie.

Le dichiarazioni “incriminate” riguardano il caso della barca del sindaco Chiappori “Aghé” che secondo Zunino era ormeggiata “indebitamente” nel porto della città città degli aranci. Nel suo esposto poi riportato anche dal quotidiano “La Repubblica”,che non è necessariamente oggetto del contendere, il patron di Imperia Tv scrisse: “Ritengo che il comportamento del sindaco integri il reato di truffa con l’ausilio di altri (indicativo il fatto che uno degli ormeggiatori fosse a conoscenza)… ha posto in essere artifizi e raggiri procurandosi l’ingiusto profitto…. è evidente che l’onorevole Chiappori abbia commesso il fatto abusando della propria posizione… è impensabile che qualunque estraneo possa ormeggiare senza autorizzazione all’interno del porto”.

Zunino dovrà comparire davanti al G.U.P. (Giudice per l’Udienza Preliminare) Ottavio Colamartino nel mese di gennaio del 2014. Secondo i “bene informati” la fase dibattimentale potrebbe portare all’individuazione di altre parti in causa che sino ad oggi sono rimaste fuori dalle aule del tribunale.