Home, Politica — 15 dicembre 2013 alle 11:26

DAL SINDACO CAPACCI DURO ATTACCO AL SISTEMA BANCARIO: “Non percepisce l’emergenza. A pagare sono sempre i più piccoli. Convocheremo una riunione con tutte le filiali locali”

Sistema bancario e tessuto imprenditoriale imperiese, il sindaco Carlo Capacci convocherà al più presto i direttori degli istituti di credito della città con l’intento di approvare un protocollo che tuteli maggiormente le attività economiche della città. Un segnale forte quello di Capacci che, forse, dopo la morte dell’imprenditore Luca Stufetti, vittima del sistema bancario, ha ritenuto opportuno intervenire con questa […]

di Gabriele Piccardo

Capacci foto

Sistema bancario e tessuto imprenditoriale imperiese, il sindaco Carlo Capacci convocherà al più presto i direttori degli istituti di credito della città con l’intento di approvare un protocollo che tuteli maggiormente le attività economiche della città. Un segnale forte quello di Capacci che, forse, dopo la morte dell’imprenditore Luca Stufetti, vittima del sistema bancario, ha ritenuto opportuno intervenire con questa iniziativa.

“Il nostro paese e la nostra città – scrive Capacci – stanno attraversando un momento di crisi economica senza precedenti. In questo contesto il sistema bancario non sembra percepire l’ emergenza e tende a preservare se stesso. Il sistema bancario centrale si sta comportando esattamente come il governo centrale riversando sulla periferia le problematiche.

Il Governo – prosegue il sindaco – impone tasse che tocca poi ai Comuni riscuotere, il Sistema Bancario cercando di correggere i gravi errori commessi in passato allo scopo di risanare i propri bilanci impone alle filiali periferiche il rientro degli affidamenti concessi a chi fa impresa siano essi artigiani, commercianti, piccola e media impresa tralasciando sempre il settore delle aziende di grandi dimensioni perchè oggettivamente non sarebbero in grado di restituire le cifre enormi a loro concesse (mi riferisco alle grandi aziende nazionali). Ecco quindi che a pagare sono sempre i più piccoli i Comuni ed i loro cittadini e le piccole imprese che costituiscono il VERO tessuto economico del paese.
Per questo motivo l’ Amministrazione Comunale di Imperia, pur consapevole della limitatezza della propria influenza su questo settore che è di valenza nazionale, intende convocare quanto prima una riunione con tutti i Direttori delle Banche operanti sul territorio Cittadino durante la quale analizzare la problematica e concordare un protocollo teso a contribuire alla salvaguardia delle attività economiche e dei lavoratori occupati presso le stesse. L’ Amministrazione Comunale sarà ferma sul punto e non esclude di rendere pubblici i nomi delle Banche che non accetterano il confronto”.