Golfo Dianese, Home — 29 dicembre 2013 alle 10:33

VILLETTE ABUSIVE IN ZONA CAPO BERTA – NUOVO SEQUESTRO: indagate sette persone per una villa a due piani non conforme al progetto iniziale

I sequestri e le indagini sulle villette abusive in zona Capo Berta erano già iniziate nel mese di agosto e, a settembre, era stato addirittura posto sotto sequestro un intero cantiere edilizio nella frazione di Diano Calderina sulle alture della città degli aranci.Dopo un breve interrogatorio a palazzo di giustizia, era stato formalmente indagato per “falsa rappresentazione progettuale” un noto […]

di Selena Marvaldi
La villetta posta sotto sequestro preventivo a settembre 2013

La villetta posta sotto sequestro preventivo nel settembre 2013

I sequestri e le indagini sulle villette abusive in zona Capo Berta erano già iniziate nel mese di agosto e, a settembre, era stato addirittura posto sotto sequestro un intero cantiere edilizio nella frazione di Diano Calderina sulle alture della città degli aranci.Dopo un breve interrogatorio a palazzo di giustizia, era stato formalmente indagato per “falsa rappresentazione progettuale” un noto professionista dianese (S.L.) e il proprietario della casa che risultava essere lombardo, indagato per abuso edilizio.

In questi giorni c’è stato l’ennesimo sequestro in via Pace e una nuova accusa di abuso edilizio arrivando così a ben 7 sequestri nella stessa zona.

Le indagini della Polizia Municipale e del corpo Forestale hanno portato infatti a mettere i sigilli a un’abitazione di due piani che non corrispondeva a quanto segnalato sui progetti iniziali sempre in via Pace. Risultano indagate sette persone: i proprietari, Maria Grazia Tuninetti e il marito Edoardo Ceretto, di Torino, i progettisti Andrea Giosso e Maria Teresa Bagnasco, quest’ultima componente della commissione edilizia interna al Comune di Diano Marina, infine i costruttori Moris Volpi, di Diano, Veronica Arciuolo, di San Lorenzo e Luzim Buletini, origini albanesi e residente a Imperia (LaStampa.it)