Consigli comunali, Home, Politica — 29 dicembre 2013 alle 11:15

IL “PAGELLONE” DI FINE ANNO SUI CONSIGLIERI COMUNALI – SECONDA PARTE

Come promesso vi proponiamo la seconda parte (ce ne sarà una terza che sarà pubblicata questa sera alle ore 20) del “Pagellone” di fine anno sui consiglieri comunali di Imperia e i personaggi che a vario titolo gravitano intorno alla vita di Palazzo Civico. Ieri, dopo la pubblicazione della prima parte (clicca QUI) l’ufficio è stato tempestato di messaggi di proteste […]

di Gabriele Piccardo

DIEGO PARODI

Come promesso vi proponiamo la seconda parte (ce ne sarà una terza che sarà pubblicata questa sera alle ore 20) del “Pagellone” di fine anno sui consiglieri comunali di Imperia e i personaggi che a vario titolo gravitano intorno alla vita di Palazzo Civico. Ieri, dopo la pubblicazione della prima parte (clicca QUI) l’ufficio è stato tempestato di messaggi di proteste ma anche di complimenti da parte dei diretti interessati e di avversari politici…  Bando alle ciance! Ecco la seconda parte del Pagellone.

Roberto Saluzzo (Imperia Cambia) voto 6: Non ha brillato e i suoi interventi si contano sulle dita di una mano. Dobbiamo, però, registrare il suo personale impegno per riqualificare via Vieusseux e il sottopassaggio che da piazza Rossini sbuca dai giardini Toscanini. Attivo anche in commissione bilancio che presiede. Pregi: volenteroso Difetti: permaloso Frase celebre: “Per fortuna non mi consideri”.

Susanna Palma (Imperia Cambia) voto 6: è una dei consiglieri più solari e alla mano e la nostra è una sufficienza di incoraggiamento. È intervenuta poche volte ma con cognizione di causa. Molto allineata e forse manca un po’ di grinta. Poche proposte e molte alzate di mano buttando un occhio al buon Savioli. Pregi: sveglia Difetti: vanitosa. Frase celebre: la prossima…

Alessandro Savioli (Imperia Cambia) voto 6.5: Chirichetto o consigliere comunale? Il buon Savioli svolge egregiamente il compito di capogruppo di Imperia Cambia. Anche lui è molto amico di Luca (Lanteri) e quando interviene lo fa con calma e sangue tiepido. Pregi: uomo di fede. Difetti: dipendente. Frase celebre: “chiedo la verifica del numero legale”

Diego Parodi (Laboratorio per IM) voto 3: Ribattezzato dal popolo sovrano l’Emilio Fede di Imperia. Difende l’indifendibile e si dice che nel portafoglio custodisca gelosamente una foto di Strescino in costume da bagno. L’uomo polizza convenzionato con il Comune che rappresenta.Stiamo ancora aspettando di sapere a quale ente di beneficenza donerà i proventi della sua attività amministrativa. Pregi: fedele Difetti: interessato Frase celebre sul danneggiamento dello striscione dei due Marò: Bene, ora qualche loro amico ha risolto il primo dei problemi che affliggevano i consiglieri Grosso e Servalli” 

Paolo Montesano (Laboratorio per IM) voto 4: Ci domandiamo perché si sia candidato. Forse dovremmo chiederlo all’On. Minasso. Il suo apporto al consiglio comunale è pressoché nullo. Nessuna proposta, nessun intervento di rilievo. Distratto e probabilmente poco interessato agli argomenti in discussione. Pregi: sportivo Difetti: disinteressato Frase celebre: “Devo chiedere a Eugenio”

Simone Vassallo (Laboratorio per IM) voto 6.5: Il soccorritore della Croce Bianca si sta rivelando un buon politico (senza offesa). Ha sostituito egregiamente il suo capogruppo Parodi (della serie ti piace vincere facile) e nel corso dei consigli ha acquisito sicurezza e conoscenza della macchina amministrativa. Pregi: al servizio degli altri. Difetti: voce alla “Uan” di Bim Bum Bam. Frase celebre: “è una commozione cerebrale, nulla di grave”

Enrica Chiarini (PD) voto 5: Quando si dice: “non tutte le ciambelle escono con il buco”. La giovane nipote dell’assessore regionale Giovanni Barbagallo manca di iniziativa e la troviamo spesso a consultare il telefono cellulare (non sappiamo se scrive al fidanzato o se riceve ordini dallo zio). Rari i suoi interventi e non sembra essere molto partecipe alla vita del gruppo politico. Pregi: elegante Difetti: sospettosa Frase celebre: “ringrazio ma credo che il consigliere Strescino sia sicuramente la nostra proposta… nonostante tutto”

Valeria Canetti (PD) voto 5: Figlia di Nedo, sorella di Silvio (già segnalato presso questo ufficio) non convince l’esaminatore. A parte il sussulto d’orgoglio nei confronti di chi la stava insultando (il comitato di via Santa Lucia) non ha fatto granché. Pregi: N.P. Difetti: poco partecipe Frese celebre: “Grazie”

Camilla Balestra (PD) voto 5: Della serie non basta essere giovani e carine per rappresentare gli imperiesi in consiglio comunale. Pochissimi gli interventi (forse due) e nessuna proposta concreta per migliorare la vita del suo elettorato che dovrebbe essere composto in gran parte da giovani. Spesso distratta dal cellulare e dal suo vicino di scranno, il buon “Gus”. Pregi: educata Difetti: distratta. Frase celebre: “ spero di mettere a disposizione la mia professionalità”

Cicciò (Lorenzo Lagorio PD) voto 8.5: Un maestro di vita che non ha paura di dire, sopratutto pubblicamente, quello che pensa. Le sue massime dovrebbero essere studiate a scuola e i suoi colleghi di partito dovrebbero seguire il suo esempio. Pregi: sincero. Difetti: non ne ha. Frase CULT: “OH BIONDA!”

Giorgio Montanari (Partito Democratico) voto 6: Da compagno si è trasformato in un perfetto “piddino” di governo. Brillante e spiritoso ma con le mani legate. In cerca di consenso da parte della sua maggioranza a volte un po’ irrispettoso ma senza esagerare. Pregi: ottima oratoria Difetti: permaloso Frase celebre: “non voglio continuare a dare ALITO” (e per questo noi di ImperiaPost lo ringraziamo)

Oliviero Olivieri (PD) voto 5.5: Spesso si trova a discutere di leggi e regolamenti contro il “mostro sacro” di Forza Italia Erminio Annoni e il più delle volte ne esce sconfitto. Ad oggi non ricordiamo proposte concrete di sinistra e neppure di destra. Pregi: buona oratoria Difetti: scaltro Frase celebre: “Poi dicono che sono gli avvocati che puntano a far prescrivere i processi, causa che pende causa che rende… ma andate a cagare!”

Stasera alle 20 l’ultima parte del pagellone con le valutazioni sui consiglieri mancanti… e molto altro…