Golfo Dianese, Home — 14 gennaio 2014 alle 11:59

DIANO MARINA. RACCOLTA FIRME PER L’ASSESSORE INDAGATO PER ABUSO D’UFFICIO – “Abbiamo bisogno di Manitta e del suo operato”

Questa mattina alle ore 10,in Comune a Diano Marina,si sono recate le signore dianesi promotrici della raccolta firme di solidarietà nei confronti del Consigliere Bruno Manitta e degli operai Alberto Calcagno,Riccardo Pizzorno e Fabio Tallone per consegnare i fogli firmati. Sui fogli si legge la frase : “I Sottoscritti di Cittadini,con questo breve pensiero,intendono esprimere il loro sentimento di solidarietà […]

di Selena Marvaldi

Foto firme 1Questa mattina alle ore 10,in Comune a Diano Marina,si sono recate le signore dianesi promotrici della raccolta firme di solidarietà nei confronti del Consigliere Bruno Manitta e degli operai Alberto Calcagno,Riccardo Pizzorno e Fabio Tallone per consegnare i fogli firmati. Sui fogli si legge la frase : “I Sottoscritti di Cittadini,con questo breve pensiero,intendono esprimere il loro sentimento di solidarietà nei confronti del Sig. Bruno Manitta e dei Sigg. Alberto Calcagno,Riccardo Pizzorno e Fabio Tallone. Noi, che vi conosciamo da sempre ,possiamo testimoniare il vostro senso di moralità, onestà, rispetto degli altri e grande amore verso la Città. Siamo con Voi. Vi vogliamo bene. Con grande stima.

Seguono quindi,su ogni foglio le innumerevoli firme corredate dagli indirizzi dei cittadini dianesi. Le firme raccolte,in soli dodici giorni, sono già circa un migliaio . Le promotrici fanno sapere che è stato largo il consenso della popolazione e che la raccolta firme continua,inoltre si auspicano che il consigliere Manitta torni al suo Assessorato. “La Città ha bisogno di lui e del suo operato,Bruno Manitta ha sempre lavorato bene per la Città e con abnegazione,noi lo sosterremo sempre,deve ritornare al suo posto al più presto possibile”- affermano Rosella Bianchi,Vittoria Sabbadini e Dina Talotti.

Bruno Manitta è rimasto sorpreso e commosso :”Non mi aspettavo una sorpresa così grande.Ringrazio di vero cuore tutti quelli che hanno dimostrato solidarietà nei nostri confronti e ancor più le promotrici di questa iniziativa.Sono fiducioso nella Magistratura ,continuo a smentire le accuse che mi hanno addebitato e la mia coscienza è tranquilla,perchè se l’abuso di potere vuol dire adoperarsi in prima persona per cercare di risolvere i problemi e non lasciare Diano Marina “in braghe di tela”,vuol dire che dalla vita non ho capito nulla;tengo a precisare che se tornassi indietro sarei sempre disposto a darmi da fare come ho sempre fatto.