LE PAGELLE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI DIANO MARINA: IL PEGGIORE ENNIO PELAZZA (VIVI DIANO), IL MIGLIORE EDOARDO MARINO (DIANO INSIEME)

Tornano le pagelle, quelle originali, del consiglio comunale di Diano Marina. Dalle ultime valutazioni da parte di questo ufficio (clicca QUI) i comportamenti dei consiglieri/assessori sono decisamente migliorati anche se non nella loro totalità. Abbiamo notato una maggiore attenzione alla discussione ma anche al cronista pronto ad immortalare con il proprio obiettivo i momenti di distrazione. Ma iniziamo subito con […]

di Gabriele Piccardo
Il consigliere Ennio Pelazza impegnato a consultare il suo cellulare

Il consigliere Ennio Pelazza impegnato a consultare il suo cellulare

Tornano le pagelle, quelle originali, del consiglio comunale di Diano Marina. Dalle ultime valutazioni da parte di questo ufficio (clicca QUI) i comportamenti dei consiglieri/assessori sono decisamente migliorati anche se non nella loro totalità. Abbiamo notato una maggiore attenzione alla discussione ma anche al cronista pronto ad immortalare con il proprio obiettivo i momenti di distrazione. Ma iniziamo subito con le valutazioni.

Ennio Pelazza (Vivi Diano) voto 2: Lui e il I-PAD sono una cosa sola. Trascorre oltre il 90% della durata del consiglio comunale ad armeggiare con il suo dispositivo elettronico. Il resto del tempo lo passa a parlare con Camiglia e a consultare il suo cellulare. Il video del consiglio comunale potrà solo che confermare tale comportamento che tra l’altro sembra un modus vivendi. Della serie… “Me ne battu u….”

Davide Carpano (Vivi Diano) voto 7: Il tempo trascorso con il suo cellulare in mano è nettamente diminuito e per qualche minuto è sembrato interessato alla discussione. Pentito.

Mattia Camiglia (Vivi Diano) voto 7.5: Dopo l’insufficienza dell’ultimo consiglio si è rimesso in carreggiata e ha resistito alle pressanti richieste di assistenza tecnologica di Pelazza. Attento e serio anche se alla fine gli scappa una risata per colpa di Carpano. Maturo.

Giacomo Chiappori (Sindaco) voto 6: Il consiglio comunale è partito oltre 10 minuti in ritardo per la mancanza del primo cittadino. Solo quando il presidente del consiglio Damonte suona la campana il sindaco si materializza. Pizzicato con il cellulare in mano ma si rifà a fine consiglio prevedendo i titoli dei giornali di oggi. Nostradamus.

Cristiano Za Garibaldi (vice sindaco) voto 6: Rimane attento per gran parte del consiglio ma cede anche lui alla tentazione di un sms. Illustra la pratica sulla convenzione tra le prefetture e gli enti comunali per evitare le infiltrazioni mafiose all’interno degli appalti. Onesto.

Edoardo Marino (Diano Insieme) voto 8: Da solo a svolgere l’importante compito dell’opposizione. Chiede di dilazionare i tempi per i pagamenti della Tares. Vota le altre pratiche in modo positivo. Costruttivo.

Luigi Bassso (assessore al bilancio) voto 7: Preciso e Padano nell’animo. Non le manda a dire alla precedente amministrazione per come ha gestito i conti in relazione alla Tarsu. Se la prende con lo Stato centrale per le tariffe “anti-nord” e ricorda con un po’ di tristezza che “non siamo ancora in uno stato federale”. Pilastro.

Fiorenzo Battistotti (Diano Insieme) NON CLASSIFICATO: Il medico di base che si è candidato alla carica di sindaco non partecipa ai consigli comunali da qualche tempo. Tra i consiglieri è in pole-position per essere incoronato “Re degli assenteisti. Ectoplasma.

Monica Muratorio (Muratorio Sindaco) Non classificata: Anche per il candidato sindaco del Pdl le presenze in consiglio comunale sono senza dubbio insoddisfacenti. Probabilmente occupata nella sua attività di imprenditrice o di praticante legale non ha il tempo di dedicarsi attivamente alla città. Assente.