Golfo Dianese, Home — 27 gennaio 2014 alle 10:27

“SAREBBE MEGLIO CHE GABRIELLI FACESSE IL SUO LAVORO E NON PENSASSE AL PATTO DI STABILITA’” – Il duro attacco del sindaco di San Bartolomeo Adriano Ragni al capo della protezione civile

Adriano Ragni, sindaco di San Bartolomeo al Mare critica le esternazioni del capo della Protezione Civile Franco Gabrielli sul patto di stabilità. “Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli – scrive Ragni – è venuto ieri in provincia di Imperia ad incontrare i Sindaci dei paesi colpiti dall’evento alluvionale della scorsa settimana. Dopo aver spiegato che le risorse sono […]

di Gabriele Piccardo

Ragni
Adriano Ragni, sindaco di San Bartolomeo al Mare critica le esternazioni del capo della Protezione Civile Franco Gabrielli sul patto di stabilità.

“Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli – scrive Ragni – è venuto ieri in provincia di Imperia ad incontrare i Sindaci dei paesi colpiti dall’evento alluvionale della scorsa settimana. Dopo aver spiegato che le risorse sono poche e dovranno essere divise fra tante aree colpite, ha detto che sbagliano i Sindaci che chiedono la deroga al Patto di Stabilità, perché l’Italia è un Paese con 2 milioni di miliardi di debito pubblico.
Io vorrei dire a Gabrielli che sarebbe meglio che facesse il suo lavoro e non pensasse al Patto di Stabilità, che è una follia, una vergogna nazionale. Gli ricordo che il debito non è stato fatto dai Comuni ma per il 51% da Organi dello Stato, mentre del rimanente 49% solo il 25%, cioè un quarto, è imputabile a Enti Locali, che sono nella stragrande maggioranza virtuosi, escluse alcune realtà mangiasoldi come Roma, Catania o Alessandria che continuiamo a coprire. I Comuni hanno diritto di utilizzare i soldi propri, che sono dei loro Cittadini. Per cui ringrazio Gabrielli per esser venuto a vedere i nostri problemi e per gli aiuti che riuscirà a farci avere, ma si limiti a quello e non si occupi del Patto di Stabilità”.