Golfo Dianese — 5 febbraio 2014 alle 11:10

GEMELLAGGIO TRA DIANO MARINA E PIRIÀPOLIS, CITTADINA BALNEARE DELL’URUGUAY/LE IMMAGINI – Fondata nel 1983 prendendo come modello la città degli aranci

Il Sindaco di Diano Marina On. Giacomo Chiappori ha approfittato delle feste di fine anno per trascorrere una vacanza con la famiglia in Sud America e recarsi a Piriàpolis, la cittadina balneare dell’Uruguay, fondata nel 1893 da Francesco Piria prendendo come modello Diano Marina, per siglare il gemellaggio che sancisce la vicinanza formale tra le due città che – di […]

di Redazione

image

image

Il Sindaco di Diano Marina On. Giacomo Chiappori ha approfittato delle feste di fine anno per trascorrere una vacanza con la famiglia in Sud America e recarsi a Piriàpolis, la cittadina balneare dell’Uruguay, fondata nel 1893 da Francesco Piria prendendo come modello Diano Marina, per siglare il gemellaggio che sancisce la vicinanza formale tra le due città che – di fatto – la storia ha voluto far nascere simili.

Piriàpolis si trova sulla costa atlantica dell’Uruguay a circa 100 km ad est di Montevideo e gode di un clima quasi mediterraneo.

Impresario, commerciante, imprenditore, Francesco Piria (Fernando Juan Santiago Francisco María Piria Grossi) fu un visionario nato nel 1847 che – da giovane e a causa della Guerra Grande – venne mandato in Italia a studiare, appunto a Diano Marina, dove la sua famiglia aveva origine e parenti. Ebbe una vita assai intensa, durante la quale costruì alberghi, ferrovie, porti, cave, ed ebbe l’intuizione di creare dal nulla un centro turistico ispirato a Diano Marina e specialmente dedicato ai benestanti argentini, Piriàpolis.

L’idea del gemellaggio è nata dall’incontro tra il Console Cinzia Frigo, sanremese, il notaio Maria Gabriella Parodi ed il professor Jorge Cravino, italouruguaiani di discendenza ligure. La cerimonia ufficiale si è svolta presso il Consolato a Montevideo ed è stata poi ripetuta presso il municipio di Piriàpolis.
Insieme al Sindaco di Piriàpolis Mario Invernizzi – ha dichiarato Chiappori – abbiamo siglato un gemellaggio che – partendo da base storiche, affettive e culturali – potrà consentire ad ognuno di conoscere meglio le proprie radici. Vedremo poi se riusciremo ad andare oltre e a proporre anche altre cose. Si tratta di realtà molto distanti, l’Uruguay offre opportunità straordinarie e l’Italia esperienze consolidate. Cercheremo di mettere insieme tutto questo, partendo dalla ricerca di documenti comuni”.

Formalmente, il gemellaggio siglato a Piriàpolis dovrà essere confermato dal Consiglio Comunale di Diano Marina, in una delle prossime sedute, quando perverranno i documenti ufficiali tramite il Ministero degli Esteri e la Presidenza del Consiglio dei Ministri.