Golfo Dianese, Home — 8 marzo 2017 alle 16:29

CASO MIGRANTI. PROFESSORE IMPERIESE IRONIZZA SULLO SFOGO DEL SINDACO CHIAPPORI:”PROPORREI AI CITTADINI DI DIANO MARINA DI…”/LA LETTERA

Così Il prof. Silvio Zaghi, membro dell’ Associazione Culturale “Michele De Tommaso”, scrive in merito alle dichiarazioni del sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori, relative all’arrivo imporvviso di 14 profughi nel golfo dianese

di Redazione

collage_zaghi_chiappori

Così Il prof. Silvio Zaghi, ex docente di filosofia e storia presso il Liceo Classico “De Amicis” di Imperia, attualmente membro dell’ Associazione Culturale “Michele De Tommaso” scrive in merito alle dichiarazioni del sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori, relative all’arrivo di 14 profughi nel golfo dianese.

“Di norma non leggo le dichiarazioni sui migranti, né tanto meno mi preoccupo di intervenire. Ma la dichiarazione rilasciata dal Sindaco Chiappori e apparsa su Imperia Post di ieri mi ha colpito per il salto di qualità, nella forma e nella sostanza, rispetto alle solite argomentazioni triviali e ovvie - 

Se la mano suprema – scrive il sindaco -, quella di Dio, c’è chi lo chiama Allah, chi Buddah, ha messo i neri in Africa, i gialli in Cina e noi qua, un motivo ci sarà.

“Di colpo, il Sindaco ha trasformato, in modo così efficace che meglio non si poteva, un problema geo-politico in una questione teologica (sembra quasi che abbia letto Cacciari).

E’ su questo che dobbiamo meditare, dice ancora il Sindaco, se vogliamo capire perché i migranti vengono qui a romperci le scatole e non su fame, guerre, devastazioni, miseria e tutta quella paccottiglia di insopportabile buonismo che imperversa sui giornali. Certo, bisognerebbe anche meditare come mai questo Dio non ha anche detto agli europei (inglesi, francesi, tedeschi, italiani) che dovevano starsene nei loro rispettivi paesi, invece di andare nei secoli scorsi a depredare, massacrare e schiavizzare le popolazioni dell’Africa e del Medio oriente. Ma questi sono dettagli, i disegni divini sono oscuri, e poi i primi crociati non hanno forse conquistato Gerusalemme al grido di “Dio lo vuole”?

Proporrei ai cittadini di Diano di fare una sottoscrizione pubblica per iscrivere le ispirate parole del Sindaco in una lapide da porre nell’atrio del Comune, a memoria per le future generazioni affinché sappiano con quale forza di pensiero e di azione i loro padri hanno affrontato questa emergenza che minaccia di contaminare la nostra razza e distruggere la nostra identità europea e cristiana.

P.S L’unica cosa che non sono riuscito a capire è che cosa centri l’arrivo di 25 migranti con il “deficit mentale”. A chi si riferisce il Sindaco? Ai migranti che avendo, ovviamente, un livello di intelligenza più basso del nostro, abbasserebbero anche quello della popolazione di Diano? Agli stessi dianesi o ai turisti che, per “deficit mentale” temono che invece di 25 possano arrivare 2500 migranti? Mah!”