Cultura e manifestazioni, Home — 9 marzo 2017 alle 09:17

IMPERIA. GIOVEDÌ 9 MARZO A PALAZZO GUARNIERI LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI MARCO DANIELE SULLA CIPOLLA EGIZIANA/IL PROGRAMMA

Un incontro sulla biodiversità che tratterà dal punto di vista scientifico, botanico e gastronomico la storia della cipolla egiziana

di Redazione

collage_marcodaniele_cipollaegiziana

Giovedì 9 marzo alle ore 16:30, per la serie di incontri culturali organizzati dalla Cumpagnia de l’Urivu di Imperia, avrà luogo la presentazione del nuovissimo libro di Marco Damele sulla cipolla egiziana (Edizioni Zem), presso Palazzo Guarnieri al Parasio, in Via Zara 6.

Un incontro sulla biodiversità che tratterà dal punto di vista scientifico, botanico e gastronomico la storia della cipolla egiziana.

La cipolla egiziana ligure reintrodotta in questi anni nell’estremo ponente ligure grazie alla tenacia e passione di decine di agricoltori, è un raro e antico ortaggio coltivato in passato nei terreni della Riviera, con caratteristiche importanti sia per la facilità di coltivazione che per l’adattabilità che manifesta anche in condizioni estreme e disagiate.

La storia recente ha confermato l`importanza della cipolla egiziana per il fabbisogno alimentare umano e dopo decenni in cui se ne erano perse letteralmente le traccia , questo antico bulbo, conosciuto e amato anche dal botanico recentemente scomparso Libereso Guglielmi, sta vivendo una seconda giovinezza, grazie ad attività incessanti di recupero, promozione gastronomica e studio da parte di agricoltori che guardano alla biodiversità come al futuro dell’intero comparto agroalimentare italiano.

Il libro di Marco Damele , promosso dalla “Edizioni Zem” nasce per far conoscere il progetto, le idee e le problematiche ambientali legate alla biodiversità, per rendere partecipi dei progressi e dei travagli del mondo agricolo con la speranza che anche un semplice libro ed un bulbo possano gettare le basi per un approccio diverso nei confronti della nostra terra.

“Marco Damele, perito agrario con una specializzazione sulle tecniche di gestione e coltivazione biologica e biodinamica e imprenditore agricolo di Camporosso in provincia di Imperia, è protagonista da oltre vent’anni nel mondo della floricoltura del ponente ligure. Dai premi nazionali e internazionali ricevuti per la sua coltivazione di verde ornamentale, dopo un arricchimento professionale alla guida dei giovani agricoltori, ha orientato l’attività dell’azienda sulla ricerca e coltivazione delle antiche varietà orticole, di cui per via della moda, dei gusti e della richiesta di mercato si erano letteralmente perse le tracce. In particolare ha studiato e reintrodotto la cipolla egiziana ligure (Allium cepa viviparum), diventata in poco tempo preziosa ed autentica testimone della biodiversità del Ponente ligure. Marco oggi è un contadino moderno, un custode della biodiversità, titolare di un’azienda all’avanguardia orientata al futuro che alterna alla coltivazione, anche una ricca attività di incontri e conferenze in giro per l’Italia.”