Home, Politica — 22 febbraio 2014 alle 13:52

VIA BOINE. FOSSATI, PROSEGUE IL BOTTA E RISPOSTA CON ZAGARELLA – “Vicesindaco, scenda dal piedistallo e ascolti con rispetto l’opposizione”

Prosegue il botta e risposta tra il vicesindaco Giuseppe Zagarella e il capogruppo di Imperia Riparte Giuseppe Fossati in merito ai problemi di viabilità in via Boine. Capisco che aver finalmente agguantato una poltrona importante abbia fatto un pò ‘montare’ la testa al Vice Sindaco Zagarella, tanto da farlo sentire ‘il Padrone del vapore’. Capisco che Zagarella, da vero “’democratico”’, […]

di Redazione

Fossati

Prosegue il botta e risposta tra il vicesindaco Giuseppe Zagarella e il capogruppo di Imperia Riparte Giuseppe Fossati in merito ai problemi di viabilità in via Boine.

Capisco che aver finalmente agguantato una poltrona importante abbia fatto un pò ‘montare’ la testa al Vice Sindaco Zagarella, tanto da farlo sentire ‘il Padrone del vapore’. Capisco che Zagarella, da vero “’democratico”’, dopo aver svolto per anni il ruolo di fermo e un pò petulante oppositore (ricordo che lo ebbi a definire ‘il Savonarola de ‘noialtri’ e lui, un pò permalosetto, si offese), un volta conquistata la poltrona vorrebbe una opposizione silenziosa e distratta che, parole sue, ‘si metta l’animo in pace’.
Capisco che Zagarella abbia un’idea un po’ vaga di come si amministra una città complessa come Imperia, pensando che ‘il tempo’ sia una variabile indipendente dall’efficienza dell’azione amministrativa. Capisco che Zagarella fosse assente o distratto quando quattro mesi fa, in Consiglio Comunale, il Sindaco ha preso l’impegno a ripristinare a breve il manto di copertura di Via Boine. Capisco anche che forse erano le solite parole al vento, che notoriamente ‘è cambiato’. Capisco tutto.
Però, anche Zagarella capisca che è Assessore ai Lavori Pubblici da oltre otto mesi e che in Via Boine i residenti ed i fruitori della Marina attendono un intervento da oltre quattro mesi per ripristinare il manto stradale che lui, non le precedenti amministrazioni, ha ridotto come una strada di Mogadiscio o, se preferisce, di Beirut. E’ certamente vero che tre anni di amministrazione Strescino e, soprattutto, uno di Commissario hanno lasciato la città in difficoltà sotto molti profili, ma è altrettanto vero che l’Amministrazione Capacci sta facendo del suo meglio per completare l’opera e dare il colpo di grazia. Caro Zagarella, ‘si metta l’animo in pace’, ascolti con rispetto l’opposizione e, accetti un consiglio: scenda dal piedistallo, per farle un monumento equestre in Piazza Dante per il momento non ci sono le condizioni. Inoltre, il piedistallo non Le si addice e, attenzione, quando si cade si rischia di farsi male.