Home, Imperia — 22 febbraio 2014 alle 16:37

CASO TRA.DE.CO. I SINDACATI: “MEZZI NON PIÙ RIPARABILI PERCHÈ LE OFFICINE NON FANNO PIÙ CREDITO” – “I lavoratori svolgono i loro compiti con dedizione nonostante il mancato pagamento degli stipendi”

Le Segreterie Provinciali di FP-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Fiadel unitamente alle RSU Tra.de.co del Comprensorio Imperiese denunciano la grave strumentalizzazione in atto riguardante il problema emerso nei 35 Comuni del Comprensorio Imperiese che hanno affidato la raccolta e lo spazzamento dei rifiuti alla società di Altamura Tra.de.co srl . Sicuramente è vero che il blocco degli straordinari ha generato una serie […]

di Redazione

image

Le Segreterie Provinciali di FP-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Fiadel unitamente alle RSU Tra.de.co del Comprensorio Imperiese denunciano la grave strumentalizzazione in atto riguardante il problema emerso nei 35 Comuni del Comprensorio Imperiese che hanno affidato la raccolta e lo spazzamento dei rifiuti alla società di Altamura Tra.de.co srl .
Sicuramente è vero che il blocco degli straordinari ha generato una serie di problemi, ma è altresì vero che i mezzi della Tradeco non possono essere riparati in quanto ormai le officine non fanno più credito a un’azienda in difficoltà economica; così accade anche per i fornitori di carburante e altri .
Resta comunque chiaro che questo bando di gara già alla sua nascita è stato pesantemente criticato da tutte le Organizzazioni Sindacali, mentre al contrario gli amministratori di allora e i tecnici impegnati in questo progetto decantavano l’efficacia della gara per i rifiuti come un grande successo, decretando ingenti guadagni per l’aggiudicatario e grandi vantaggi per i comuni. Purtroppo, i fatti stanno dimostrando il contrario !!!
E’ una situazione figlia di scelte ‘scellerate’ della politica che oggi ricadono sulle famiglie dei lavoratori e sui cittadini non solo della città di Imperia ma di tutti i comuni consorziati.

Nemmeno l’azienda è nuova a situazioni come questa, infatti basta fare una ricerca su internet per trovare vertenze simili a quella imperiese in altri comuni d’Italia dove è presente l’azienda Pugliese .

Le sigle sindacali tengono a precisare il fatto che, straordinari a parte, durante le ore ordinarie tutti i lavoratori svolgono i loro compiti con professionalità e dedizione, nonostante il mancato pagamento degli stipendi .

Unitariamente le organizzazioni sindacali ringraziano il sindaco Capacci e l’ Assessore Podestà per il lavoro svolto fino ad oggi finalizzato alla risoluzione del problema; inoltre, ricordano fermamente agli amministratori Comunali che gli scioperi vengono regolamentati dalla legge 146/90 e tutte le azioni di lotta sin qui prodotte, come quelle che si realizzeranno in futuro, seguiranno fedelmente la legge che non è modificabile né dai sindaci né dai sindacati-

FP-CGIL FIT-CISL UILTRASPORTI FIADEL
(Gandolfo) (Leuzzi) (La marca) (Sangiovanni)

RSU Russo,Liboni,Vignola,Di Poto,Ardoino,Albani