Golfo Dianese, Home — 19 maggio 2017 alle 18:10

DIANO MARINA. CHIAPPORI DICHIARA GUERRA AGLI ACCATTONI: “MOLESTI E PETULANTI, GENERANO UNA PERCEZIONE DI INSICUREZZA”. SCATTANO DIVIETI E MULTE/L’ORDINANZA

Mano pesante del sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori, contro l’accattonaggio. Il primo
cittadino della città degli aranci, infatti, nella giornata di ieri, giovedì 18 maggio, ha firmato…

di Redazione

collage_chiapporielemosinaguerra

Mano pesante del sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori, contro l’accattonaggio. Il primo cittadino della città degli aranci, infatti, nella giornata di ieri, giovedì 18 maggio, ha firmato un’ordinanza contingibile e urgente con cui vieta l’accattonaggio in determinate zone della città, pena multe o allontanamento.

“Vengono segnalatisi legge nelle premesse – con sempre maggiore frequenza, in particolare davanti ai luoghi di culto e ad alcuni supermercati e/o attività commerciali del centro cittadino di Diano Marina, fenomeni di accattonaggio in forma petulante e molesta o con l’impiego di minori o di disabili, ovvero utilizzando modalità fraudolente”.

“Il fenomeno segnalato e monitorato dalla polizia locale – si legge ancorapresenta implicazioni in ambito della sicurezza urbana anche sotto il profilo del senso di degrado che tali manifestazioni comportano, generando nel turista e nel residente la percezione di insicurezza e mettendo in atto comportamenti contrari al decoro e alla pubblica decenza che mal si conciliano con la vocazione turistica della città di Diano Marina”. 

ECCO L’ORDINANZA

L’accattonaggio molesto non è consentito nei luoghi del territorio di seguito indicati:

- all’interno degli edifici pubblici o aperti al pubblico
- sulle aree pubbliche, segnatamente quelle destinate a parcheggi e a capolinea degli autobus di linea
- sulle aree del demanio marittimo ed in particolare sulle spiagge
- sulle aree destinate al mercato settimanale, ai mercatini e alle fiere che si tengono su aree pubbliche e in prossimità dei supermercati, bar e attività commerciali
- davanti ed in prossimità dei luoghi di culto e del cimitero cittadino

LE PENE PREVISTE PER CHI NON RISPETTA L’ORDINANZA

La violazione della presente ordinanza è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria di cui all’art. 9 comma 1 del D. L.vo 20 febbraio 2017 n.14 che prevede il pagamento di una somma da euro 100 a euro 300 (pagamento in misura ridotta con le modalità previste dalla Legge 24.11.1981 n.689: euro 100), nonché l’applicazione, quando ne ricorrono le condizioni previste dal predetto art. 9 del D. L.vo 20 febbraio 2017 n.14,, della misura dell’allontanamento dal luogo in cui è stato commesso il fatto.

 

 

 
 
 
frpeugeot