Home, Sport — 10 marzo 2014 alle 18:33

IMPERIA RUGBY – TUTTI I RISULTATI DEL CAMPIONATO UNDER 14 E UNDER 16

Va detto subito: la under 14 è ritornata “mitica”, con un perentorio 54 a 0 sulla squadra del ponente genovese

di Selena Marvaldi

image002

Arrivano i “cugini” delle Province dell’Ovest e Imperia Rugby giovanile tiene banco. E i risultati sono positivi e riflettono quelli della seniores, nota come Union Riviera, dove emerge la capacità di unire le due schiere di Imperia e Sanremo mediante la capacità dei tecnici, come Flavio Perrone.

Intanto, sabato 8 marzo gran giornata ovale al Pino Valle, dove si sono ritrovati prima i piccoli under 8 e 10, seguiti dagli educatori Tonino e Irene, per un carnevale con partite, partecipato dai genitori e dalle famiglie, come è tradizione in un mondo sportivo sempre più ampio. A seguire le due partite contro le Province dell’Ovest, prima dell’under 14 e poi dell’under 16.

Va detto subito: la under 14 è ritornata “mitica”, con un perentorio 54 a 0 sulla squadra del ponente genovese. Grande occasione per portare sul campo ben 20 giocatori. Le Province arrivavano con due squadre e numerosi tifosi. La partita è stata quella del riscatto, dopo due prestazioni opache. Si segnalano anche i due esordienti Samuele Moscatelli ed Elias Bouruous, che hanno assaggiato il campo per diversi minuti. Del resto a rugby giocano tutti. In meta i soliti noti: Ardoino, Marasco, Bestagno, Sega, Ramella e Braccini, con la novità di due marcature realizzate da due esordienti i categoria, Samuele Bravo e Geremia Signorella. E Marasco ha messo dentro diverse trasformazioni. Massimo Zorniotti, tecnico della Under 14 assieme ad Emanuele Mori, non si tira indietro: “Un ringraziamento a tutti senza distinzione…sono molto fiero di questo gruppo che sa lottare e soffrire quando deve e riesce a cancellare i dubbi e le parole dei maldicenti con fatti e risultati ….bravi ragazzi!! …..E’ tornata la “Mitica””.

Subito dopo gioca la under 16, la musica è un’altra, certo, ma gli imperiesi non demeritano nonostante la sconfitta, come affermano gli allenatori Carlo Giardino ed Ezio Reitano. Le Province dell’Ovest under 16 sono i primi in classifica, ma Imperia rugby ci prova eccome. La partita è subito molto combattuta con l’Imperia che cerca di arginare la velocità e la dinamicità degli avversari per poi ripartire. Le fasi statiche della partita, mischia e touch, sono giocate alla pari con le Province che cerca di imprimere velocità ogni qualvolta riesce ad aprire il pallone al largo. Dopo numerose incursioni le Province riescono a colpire per il momentaneo 5 a zero. Nonostante questo gli imperiesi riescono ad arginare sempre le prime fasi degli avversari, che però nel primo tempo riescono a marcare altre due mete per il momentaneo 17 a zero. Il secondo tempo si apre ancora nel segno delle Province che riescono a marcare la quarta meta e portano il risultato sul 24 a zero. Risultato che però non cambia sino alla fine dell’incontro. La partita è stata molto emozionante e bella da seguire, con gli ospiti che cercano di imporre le proprie giocate grazie al talento di atleti del centro di formazione regionale come Mozzi, Scarpa, Zini e Valla e con le continue accelerazioni dei tre quarti che trovano sempre pronti gli imperiesi. Nelle file nerazzurre tutti i tre quarti sugli scudi, con le ottime prestazioni della mediana Borzone e Dal Piaz, dei centri Dutto e Riano, del l’estremo Orlandi (ruolo inedito per lui) e delle ali Paduli e Borri all’esordio in campionato. Da segnalare anche la prestazione maiuscola del pacchetto di mischia dove ha esordito Rebuffo, che insieme al sopracitato Borri, portano a 7 gli esordienti di questa stagione.

Con grande soddisfazione dei tecnici Giardino e Reitano che continuano a vedere in forte crescita, di numero e di prestazione, la loro squadra. Va aggiunto che non è facile allenare il rugby già a questi livelli, come dimostrano punteggi di altre squadre, spesso disastrosi. È il marchio tecnico della bontà della scuola Imperia Rugby e Union, nell’ottica della costituenda Accademia di Rugby della Riviera.