Attualità, Home, PROCESSO "LA SVOLTA" — 19 marzo 2014 alle 12:48

PROCESSO “LA SVOLTA”- LO SPACCIO DI COCAINA: “COME ARRIVA GLIELA DIAMO, IL PREZZO E’ BUONO”

La ricostruzione del Maresciallo Capo Francesco Dal Piva dello spaccio di cocaina intercorso tra Maurizio Pellegrino, Salvatore De Marte e Giuliano Panuccio

di Selena Marvaldi

la svolta

Imperia – Il Maresciallo capo Francesco DalPiva è il primo teste della giornata di oggi, 19 marzo, nell’ambito del processo relativo all’operazione anti ‘ndrangheta denominata “La Svolta” messa a segno dal comando provinciale dei Carabinieri di Imperia, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Genova, nel dicembre del 2012 nei Comuni di Ventimiglia, Bordighera e Diano Marina.

Il Maresciallo prosegue la deposizione iniziata la settimana scorsa analizzando tutte le intercettazioni telefoniche e spiegando quando e come sono state effettuate. Grazie a queste telefonate e a vari servizi di o.c.p. si tracciano delle relazioni intercorse tra gli imputati e varie persone coinvolte in episodi considerati rilevanti per le indagini. Si parla infatti dei rapporti con Stanganelli Domenico interessato dall’indagine “Roccaforte” e legato a Pellegrino Maurizio per la cessione di 300 grammi di cocaina.

Viene dunque analizzato nello specifico un altro caso quello dello spaccio di sostanze stupefacenti commesso da Pellegrino Maurizio in concorso con Salvatore De Marte, a Giuliano Panuccio e dell’incontro previsto all’uscita del casello di San Bartolomeo. Si registra poi una conversazione tra Chiara Sciglitano, moglie di Salvatore De Marte, e il marito appunto, in cui si parla dell’incontro che Salvatore dovrà tenere con il cugino Roberto Pellegrino.

Sembra un incontro molto segreto – dichiara il Maresciallo – si vedranno poi al Campo Sportivo di Imperia e vengono intercettati con un servizio di o.c.p., De Marte viene pedinato, ma l’auto arriva in via Spontone a Imperia e poi riparte e arriva a Bordighera dove, dopo una breve sosta, riparte verso il centro della città. Successivamente intorno a mezzogiorno, si immette in Via Cornice dei Due Golfi. Notiamo tre auto e, in una di queste c’è Giuliano Panuccio fermo. Quando De Marte arriva a casa di Maurizio Pellegrino quest’ultimo sale in auto e si registra una conversazione in cui Salvatore chiede a Maurizio Pellegrino: “La roba come gliela porti?/ Salvatore oh, come arriva gliela diamo tanto il prezzo è buono“. Mentre si svolge questa conversazione i due stanno arrivando nei pressi dell’auto di Panuccio”.

“Tutte le attività hanno quindi tracciato l’immagine di questo incontro come presentazione tra Maurizio Pellegrino e l’acquirente Giuliano Panuccio, tenendolo però a distanza come ha specificato Salvatore De Marte a Pellegrino: “Eh certo, ci mancherebbe che me lo porti nel letto conclude il Maresciallo.