Home, Politica — 22 marzo 2014 alle 15:28

TAGLIO DEI PRESIDI DI POLIZIA, LA SENATRICE ALBANO (PD) PRESENTA UN MOZIONE AL GOVERNO

La Sen. Albano: “Con la nostra mozione vogliano riaprire il dibattito e chiedere al Governo di rivedere il piano di razionalizzazione per non far mancare i presidi della Polizia sul territorio”.

di Redazione

Donatella Albano

In seguito alla circolare di inizio marzo diramata dalla Direzione Centrale degli Affari generali della Polizia di Stato che prevede diversi accorpamenti, declassamenti e soppressioni di presidi di diverse specialità della Polizia di Stato, i senatori del Partito Democratico Donatella Albano, Nicoletta Favero, Gianluca Rossi, Massimo Caleo, Rosanna Filippin, Lucrezia Ricchiuti, Daniela Valentini, Elena Ferrara, Stefania Pezzopane, Daniele Borioli, Federico Fornaro e Roberto Ruta hanno depositato una mozione per chiedere al Governo di rivedere questa proposta del Ministero dell’Interno.

“Nel piano di razionalizzazione si parla di sopprimere 11 commissariati distaccati della Polizia, 2 sezioni della Stradale e 27 presidi minori, quando la Stradale è l’unica autorizzata al pattugliamento delle Autostrade, 73 postazioni della PolFer, con grave danno per la sicurezza di pendolari e turisti, sempre 73 sedi della Postale, quando questo corpo previene e combatte frodi telematiche, pedopornografia, cyberbullismo e ludopatie, infine anche la Polizia di Frontiera, dedita a prevenire il traffico di droga nonchè il passaggio di pericolosi criminali” spiega la Sen. Albano, “per questo con la nostra mozione vogliano riaprire il dibattito e chiedere al Governo di rivedere il piano di razionalizzazione per non far mancare i presidi della Polizia sul territorio”.