Cronaca, Home — 23 maggio 2018 alle 15:06

IMPERIA IN LUTTO. ADDIO ALLA MUSICISTA FEDERICA TASSINARI, ERA CANDIDATA NELLE LISTE A SOSTEGNO DI GUIDO ABBO/IL RICORDO

Un dramma scuote le elezioni comunali a Imperia. Federica Tassinari, 51 anni, musicista, candidata nella lista
civica “Laboratorio per Imperia” a sostegno del candidato Sindaco Guido Abbo, è morta per un’emorragia cerebrale

di Redazione

33216155_10214398625813411_3817955175700627456_n

Un dramma scuote le elezioni comunali a Imperia. Federica Tassinari, 51 anni, musicista, candidata nella lista “Laboratorio per Imperia” a sostegno del candidato Sindaco Guido Abbo, è morta nella giornata odierna, mercoledì 23 maggio, presso l’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dove era stata ricoverata d’urgenza per un’emorragia cerebrale.

Una vita per la musica, il ricordo del Sindaco di Andora

Federica Tassinari aveva deciso di candidarsi con Guido Abbo, ma la sua grande passione era la musica, diventata una ragione di vita. Musicista, è stata direttrice artistica della Rassegna Andora Jazz, protagonista di concerti anche con il coro Double Trust Choir, che dirigeva. Poche settimane fa la sua ultima esibizione a Palazzo Tagliaferro. Tante le esibizioni anche a Imperia e, più in generale, in tutto il ponente ligure. Inoltre, la Tassinari rivestiva il ruolo di consigliere dell’associazione PantaMusica, di cui curava la sezione canto jazz/black music. Da diversi anni viveva ad Andora.

A ricordare il suo grande talento, l’Assessore del Comune di Andora Patrizia Lanfredi, legata alla Tassinari da una profonda amicizia.

Federica Tassinari non era solo una cantante straordinaria, ma era una donna generosa come lo sono solo i grandi talenti  – ha dichiarato Patrizia Lanfredi, Assessore alle Associazioni del Comune di Andora – Un’amicizia nata molti anni fa, quando si è trasferita ad Andora e ho avuto il piacere di conoscerla. Grazie alla sua energia e capacità abbiamo organizzato progetti musicali di alto livello. Abbiamo realizzato insieme la prima edizione di Andora Jazz. Poi lei ha continuato la collaborazione artistica con l’Associazione AndorArte, regalando al nostro comune grandi eventi come ‘Andora Jazz’, ‘Andora Blues’ e Zeda Fest, che non sono solo  semplici festival, ma anche laboratori in cui giovani musicisti e nomi affermati si incontrano e dove il pubblico può ascoltare performance inedite. Per  Federica Tassinari la musica è stata motivo di vita, medicina nelle difficoltà e un’occasione di emozione per il pubblico ogni volta che saliva sul palco e ci faceva vibrare il cuore con la sua voce straordinaria”.

Il sindaco di Andora Mauro Demichelis, ha espresso il dolore per la morte di Federica Tassinari con un post su Facebook in cui ha ricordato le sue qualità artistiche e umane.

Andora e gli appassionati di musica hanno perduto un talento vocale straordinario, riconosciuto dai più grandi musicisti – ha scritto il primo cittadino -  Federica Tassinari era una donna dolce e appassionata. Grintosa sul palco e davanti alle difficoltà della vita. Sono addolorato nel doverti tributare così presto l’ultimo applauso. Grazie per le emozionanti serate che ci hai regalato, insieme agli amici dell’Associazione AndorArte, condividendo con noi il tuo grande amore per la musica.

Chi era Federica Tassinari

La descrizione della musicista riportata nella sezione a lei dedicata sul sito dell’Associazione PantaMusica:

“Curioso ed insolito il contrasto prodotto dall’immagine visiva della cantante genovese e le caratteristiche della sua voce; i colori chiari della sua figura sembrano non trovare sufficiente riscontro nei toni scuri, caldi, talvolta addirittura cupi della sua vocalità.

Innegabilmente affascinata dalla matrice “nera” della musica afro-americana, Federica possiede uno stile decisamente personale maturato in alcuni anni anche grazie ad un approccio che ha tenuto conto degli importanti sviluppi evolutivi dell’espressione canora nel percorso storico.

La sua ispirata sensualità spesso s’intreccia al gusto agrodolce delle atmosfere bluesy che tanto si addicono alla sua firma interpretativa.

Il grande fascino della curiosità, unito al suo piacere di raccontare, rendono le esibizioni di Federica spettacoli veri e propri spesso caratterizzati da un tema centrale che viene illustrato sia musicalmente sia verbalmente.

I suoi concerti risultano quindi ricchi di simpatici aneddoti e piacevoli introduzioni così da essere facilmente fruibili da un pubblico spesso eterogeneo, raramente composto di soli conoscitori e appassionati della musica afro-americana.

Accompagnata dai “colori” strumentali che caratterizzano le diverse band, la sensibilità e la ricchezza stilistica di Federica trovano le condizioni ideali per far risaltare al meglio le preziose pagine musicali proposte per ciascun programma.

Federica Tassinari avvia la sua carriera come musicista nel 1995 dopo svariati anni di studi classici del pianoforte, del canto lirico, nonchè Teoria, Solfeggio e armonia.

Percepita una particolare predilezione per la musica afro-americana la sua storia e la sua evoluzione, decide di dedicare l’attenzione a questa musica, intraprendendo ulteriori studi e ricerche specifiche in Italia e all’estero.

Partecipa a numerosi seminari che si rivelano determinanti per quanto riguarda scelte e crescita artistica. Federica ha infatti occasione di conoscere grandi esponenti della musica afro-americana quali i contrabbassisti Ray Brown, Ron Carter, il trombettista Clark Terry, i batteristi Bobby Durham, Jimmy Cobb, i sassofonisti Red Halloway e Benny Golson, ed in particolar modo la vocalist statunitense Shawnn Monteiro e il Rev. Lee Brown che le consentono di affinare l’arte del canto.

Sostenuta anche dagli insegnanti, ha l’opportunità di andare negli Stati Uniti, potendo quindi aggiungere preziose esperienze sia in qualità di studente nell’ambito di un seminario individuale, sia esibendosi personalmente a Boston e Providence in Rhode Island.

All’attività professionale di cantante specializzata nel repertorio afro-americano classico e moderno, Federica affianca da diversi anni un’intenso impegno didattico.

La sua sorprendente attitudine all’insegnamento, la facilità ai rapporti interpersonali coniugate allo stile originale delle sue proposte didattiche, trovano sempre favorevolissimo riscontro presso fruitori anche tipologicamente molto diversi tra loro.

I progetti didattici di Federica sono altresì indirizzati alla conoscenza più approfondita delle espressioni musicali e culturali afro-americane”.

 
 
 
lanterisakyultimodesk