Cronaca, Home — 8 agosto 2018 alle 18:22

TRUFFANO UNA CASSIERA CON DELLE BANCONOTE DI GROSSO TAGLIO, DUE UOMINI DENUNCIATI DALLA POLIZIA

Avevano dichiarato di esser venuti a Sanremo per fare una partita al Casinò ma invece i fatti hanno dimostrato il contrario

di Redazione

questura

Avevano dichiarato di esser venuti a Sanremo per fare una partita al Casinò ma invece i fatti hanno dimostrato il contrario.

Si tratta di due uomini, classe 88 e 31, entrambi italiani e residenti a Napoli, fermati dalle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, unità altamente addestrate e specializzate, appositamente aggregate nella città dei fiori per rafforzare i dispositivi di controllo del territorio.

All’atto del controllo infatti, uno dei due aveva affermato di essere appena andato a comprare un pantalone lungo così da cambiarsi i bermuda e entrare nel Casinò per una partita.  Nel mentre si avvicinava agli operatori la dipendente del negozio dichiarando di essere appena stata truffata proprio da uno dei due napoletani.

L’artifizio messo in atto consisteva nel pagare un capo di abbigliamento di poco prezzo con una banconota di alto taglio; ricevuto il resto l’uomo affermava di voler pagare con una banconota di più piccolo taglio, così da agevolare la cassiera nel dargli il resto.

Questo “meccanismo” veniva ripetuto un paio di volte così da ingenerare confusione nella cassiera che, complice l’elevato afflusso di persone nel negozio, consegnava al truffatore più denaro di quanto in realtà gli spettasse, per poi accorgersi dell’ammanco; fortunatamente l’uomo veniva trattenuto nel frattempo dalla Polizia consentendo alla cassiera di identificarlo.

Il colpo era stato tentato anche in un altro negozio, nel quale il malvivente aveva comprato il pantalone, che però non era andato a buon fine.

Entrambi i soggetti venivano accompagnati presso il Commissariato P.S. di Sanremo e denunciati, in concorso, per il reato di truffa.

Considerati anche i precedenti di polizia specifici per reati contro il patrimonio e la circostanza che i due erano soliti operare insieme, è stato emesso dal Questore della Provincia di Imperia nei loro confronti anche un Foglio di Via obbligatorio, col divieto di tornare nel Comune di Sanremo per la durata di 3 anni.