Home, Sport — 16 aprile 2014 alle 12:31

RUGBY UNDER 16 – L’IMPERIA PERDE 29 a 10 CONTRO IL SAVONA / LA CRONACA

Il tecnico Carlo Giardino: “Un vero peccato, aver perso una partita dominata nel gioco per la maggior parte dell’incontro ed essere stati puniti alla prima occasione”.

di Redazione

image
Imperia – ’Imperia Rugby under 16, nonostante tutto, fa gande il Savona. L’Imperia arriva all’appuntamento con i giocatori contati, solo 16. Angelov è dolorante, ma si immola per la squadra. E i ponentini giocano alla grande. I primi 18 minuti del primo tempo sono un’ assolo imperiese. Si gioca costantemente nella metà campo del Savona. Ma al 18’ la svolta: gli imperiesi provano a segnare la meta con un calcio a seguire dietro la difesa del Savona, nella corsa a schiacciare il pallone un giocatore savonese è più lesto ed annulla… ne consegue un calcio di rinvio ai 22, e dopo circa un minuto di attesa, il numero 8 del Savona, vedenso che gli imperiesi non si piazzano batte corto per se stesso e vola in meta. Un cinque a zero piuttosto stupido.
L’Imperia riparte subito, ma su di una palla recuperata dai savonesi e calciata lunga per evitare pericoli si verifica un altro pasticcio difensivo dell’Imperia: tutti in area di meta a guardare il pallone invece di annullare e un savonese ringrazia e schiaccia. 12 a 0. Reazione veemente imperiese e Dalpiaz, capitano, onora i gradi e segna. 5 a 12 nel primo tempo. Nel secondo tempo Nel secondo tempo l’Imperia riparte a testa bassa e prova ad agguantare il pareggio, ma è di nuovo il Savona a marcare la terza meta. L’azione nasce da un errore imperiese, dopo che i bianconerazzurri erano riusciti ad arrivare ai 22 avversari con una bella serie di giocate in riciclo. Savona rallenta l’uscita del pallone vicino al “tinello di casa”, gli imperiesi non sono schierati profondi e così il pallone finisce indietro ed indietro. Savona rimonta, conquista la palla e va in meta. Altra reazione imperiese ed altra meta, questa volta con Dutto. Non è finita qui.
Le velleità di ripresa sono frustrate da una chiamata incompresa in touche (rimessa laterale)…fallo e punizione. Pur avendo vinto tutte le touches, Imperia subisce proprio sull’unica non vinta. Ed è la quarta meta savonese. Non c’è più la testa e Savona segna ancora per il definitivo 10-29. Precisa il tecnico Carlo Giardino, spalleggiato da Ezio Reitano: “Un vero peccato, aver perso una partita dominata nel gioco per la maggior parte dell’incontro ed essere stati puniti alla prima occasione. Ricordo in ogni caso che l’Imperia ha schierato in campo ben 7 giocatori al primo anno di attività. Si tratta di mezza squadra. Speriamo nel futuro e in una maggior concentrazione”.