Attualità, Home — 19 settembre 2018 alle 14:58

GENOVA: CROLLO PONTE MORANDI, LA CAMERA DI COMMERCIO “RIVIERE DI LIGURIA” A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE CHE HANNO SUBITO DANNI

https://www.regione.liguria.it/homepage/protezione-civile-ambiente/protezione-civile/post emergenza-segnalazione-danni/attivit%C3%A0-economiche-non-agricole/pontemorandi-segnalazione-danni-imprese.html.

di Redazione

crollo ponte morandi camera commercio aiuto imprese

Anche la Camera di commercio Riviere di Liguria si mette a disposizione delle imprese che hanno subito danni a seguito del crollo del Ponte Morandi avvenuto il 14 agosto scorso.

Il presidente dell’ente camerale, Luciano Pasquale

“A seguito del coordinamento fra istituzioni e associazioni per le aziende danneggiate, la Camera di commercio Riviere di Liguria ha attivato, da inizio settembre, un servizio informativo a disposizione delle imprese di Imperia, La Spezia e Savona che hanno subito danni, diretti ed indiretti, causati dal crollo del ponte”.

Il 1° ottobre scade infatti il termine per la presentazione da parte delle imprese del modello AE per la segnalazione dei danni subiti.

Per informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti telefonici della Camera di Commercio:

  • sede di Imperia: 0183/793225 – 0183/793288;
  • sede di Savona: 019/8314249;
  • sede della Spezia: 0187/728300 – 0187/728301
  • oppure via email all’indirizzo servizialleimprese@rivlig.camcom.it

“E’ importante che le imprese segnalino entro il 1° ottobre i danni subiti, per non correre il rischio di essere escluse dagli indennizzi. A questo fine, sarà fondamentale anche l’azione delle associazioni di categoria”, aggiunge il presidente Pasquale.

 Più precisamente, le imprese potranno denunciare:

  • danni a beni immobili, fabbricati (compresi impianti fissi)
  • danni a macchinari, attrezzature, veicoli, arredi (specificare tipo di danno)
  • danni a prodotti finiti, semilavorati, materie prime, scorte (specificare tipo di danno)
  • spese tecniche
  • danni correlati all’interruzione dell’attività (mancato guadagno, oneri aggiuntivi per il personale, oneri aggiuntivi aziendali, altri oneri aggiuntivi)
  • danni indiretti subìti dalle attività economiche che non hanno interrotto l’attività (mancato guadagno, oneri aggiuntivi per il personale, oneri aggiuntivi aziendali, altri oneri aggiuntivi).

 

Tutta la normativa e la modulistica sono reperibili sul sito della Regione Liguria