Home, Politica — 16 novembre 2013 alle 22:45

IL SINDACO CARLO CAPACCI INTERVIENE SULLA VICENDA SERIS: “La nostra è una scelta obbligata dalla normativa, il Comune può assumere un dipendente ogni quattro che vanno in pensione”

Il sindaco Carlo Capacci interviene nell’accesa discussione sulla privatizzazione della Seris. “Nel nostro programma elettorale – ha detto Capacci ad ImperiaPost – che è tutt’ora online, e perciò consultabile, sul sito www.carlocapacci.it al punto partecipate c’è scritto che compatibilmente col quadro normativo nazionale, che è in continua evoluzione e mutamento, le partecipate dovranno confluire in un’unica multi-utility, così da ridurre […]

di Gabriele Piccardo

image

Il sindaco Carlo Capacci interviene nell’accesa discussione sulla privatizzazione della Seris.

“Nel nostro programma elettorale – ha detto Capacci ad ImperiaPost – che è tutt’ora online, e perciò consultabile, sul sito www.carlocapacci.it al punto partecipate c’è scritto che compatibilmente col quadro normativo nazionale, che è in continua evoluzione e mutamento, le partecipate dovranno confluire in un’unica multi-utility, così da ridurre i costi di gestione e poter beneficiare delle risultanti economie di scala, mantenendo gli attuali livelli occupazionali. Ciò, però, non è applicabile alla Seris in quanto il personale è assunto a tempo determinato e alcuni di loro con orari molto ridotti.
Avendo loro terminato il numero massimo di assunzioni con questo tipo di contratto una volta scaduto dovrebbero per legge essere stabilizzati ma ciò non è possibile in quanto la normativa nazionale prevede per gli Enti pubblici l’assunzione di un dipendente ogni quattro che raggiungono l’età pensionabile. Per quanto riguarda la lettera inviata ai dipendenti della Seris scrissi che le decisioni dell’amministrazione riguardo al futuro della società dovevano essere compatibili con le normative vigenti”.