18 Maggio 2024 05:21

Cerca
Close this search box.

18 Maggio 2024 05:21

SANREMO. PRESENTATO OGGI IL PROGETTO “FRUTTA NELLE SCUOLE” PER SENSIBILIZZARE I BAMBINI AD UN’ALIMENTAZIONE SANA E CORRETTA /I DETTAGLI

In breve: Questa mattina, 18 maggio 2015, alle ore 9,30 presso il CRA-FSO di Sanremo (Unità di ricerca per la Floricoltura e le specie Ornamentali) è stato presentato il progetto “Frutta nelle Scuole - Misure di accompagnamento (FNS-MA)”.

frutta nelle scuole

Questa mattina, 18 maggio 2015, alle ore 9,30 presso il CRA-FSO di Sanremo (Unità di ricerca per la Floricoltura e le specie Ornamentali) è stato presentato il progetto “Frutta nelle Scuole – Misure di accompagnamento (FNS-MA)”, alla presenza della Senatrice Donatella Albano, dell’Assessore comunale di Sanremo Daniela Cassini e della Coordinatrice Nazionale del progetto Elisabetta Lupotto.

Dopo i saluti agli intervenuti da parte del Direttore del CRA FSO Barbara Ruffoni la Senatrice Albano ha effettuato un intervento dichiarandoIncoraggiare i più giovani al consumo di frutta e verdura vuol dire insegnare loro fin dalla più tenera età un’alimentazione sana, equilibrata e corretta, per crescere meglio ed essere adulti più sani. Noi, come italiani, con questo progetto non diffondiamo presso i bambini e i ragazzi solo un modello alimentare salutare, ma consegniamo nelle loro mani la tradizione alimentare italiana, la nostra dieta mediterranea, il cui valore è universalmente riconosciuto.“Frutta nelle scuole” contribuisce a diffondere la conoscenza della varietà alimentare vegetale, la stagionalità degli alimenti e valorizza la biodiversità nella scelta culinaria. E’ giusto già da piccoli imparare che i tipi di frutta e di verdure non si contano sulle dita di una mano ma che sono centinaia, e che ognuno merita di essere assaggiato nella sua stagione di produzione. La preservazione della varietà colturale alimentare non è una materia per pochi cultori della cucina d’elite, ma deve riguardarci tutti, perchè si tratta del nostro patrimonio agricolo, sviluppato nei secoli e che costituisce una parte considerevole dei nostri tesori culturali, nonchè dello stile di vita italiano, invidiato in tutto il mondo. L’Italia ha molto da insegnare al mondo, e con l’Expo porterà ulteriormente fuori dai confini nazionali il nostro sapere in fatto di alimentazione, ed è anche nostro compito affidare questa tradizione nelle mani delle giovani generazioni”

La dottoressa Lupotto spiega che: “ Frutta nelle scuole è un programma europeo che in ambito nazionale è gestito del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. L’obiettivo dell’azione comunitaria è il miglioramento della salute pubblica attraverso la promozione del consumo di frutta e ortaggi freschi atti a contrastare l’insorgenza di importanti malattie croniche caratterizzanti la società odierna (malattie cardiovascolari, obesità, diabete), con specifico target rappresentato dagli alunni della scuola primaria, di età compresa tra i 6 e gli 11 anni.
Le MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO (MA) affidate al CRA prevedono un capillare lavoro di informazione sui prodotti ortofrutticoli considerando origine e tipicità (prodotti locali), esperienze sensoriali di gusto e tatto e contatto con l’ambiente agricolo e conoscenza dell’ecosistema di campo.
In Italia il progetto è a metà del suo svolgimento, l’attività viene svolta in contemporanea da 21 strutture operative della rete CRA rispettando le competenze territoriali. Sono coinvolti 80.000 bambini delle classi elementari di cui 1900 solo in Liguria.”

Il CRA-FSO, punto di riferimento del progetto per la Liguria, ha organizzato da aprile, attraverso il responsabile locale Dr Claudio Cervelli e il suo team composto da Laura De Benedetti, Irene Traverso e Cristina Borghi, visite di scolaresche provenienti prevalentemente dalla Provincia di Imperia, ma anche dalle altre province della Liguria. Sono stati allestiti un orto didattico con piante da orto, piante da frutto e piante aromatiche di molte specie e varietà diverse, un laboratorio verde per attività pratiche, un’esposizione di poster e di frutti dell’orto aventi come tema principale la biodiversità. Le visite continueranno fino a giugno 2015.
Dopo la presentazione dell’iniziativa gli intervenuti hanno seguito le attività didattiche alla classe 1 della scuola elementare di Diano Castello.

Condividi questo articolo: