TURISMO. È IL PONENTE INCONTAMINATO LA META PREFERITA DAI RUSSI, ALLA SCOPERTA DELL’ENTROTERRA E DELLE BAIE NASCOSTE

Attualità Home Imperia

goeuro1

Quest’anno sembrano essere i russi i visitatori più spendaccioni tra coloro che si dirigono verso  le  località marittime italiane.

Tra queste la Riviera di Ponente, che continua a riscuotere successo attirando non solo  i turisti italiani, ma anche molti stranieri, tra cui appunto i già menzionati sovietici.

Secondo i dati di Global Blue, l´azienda di tax-free shopping numero uno al mondo,  specializzata in servizi per lo shopping dei turisti stranieri,  i russi si distinguerebbero proprio come top spender in Italia, e rappresenterebbero circa il 46% del mercato tax free sul territorio.

Sono gli ex cittadini sovietici  ad essere in vetta alla classifica dei turisti internazionali che spendono di più in beni di consumo, mentre si divertono nel nostro Paese. Global Blue indica anche che l’andamento degli ultimi dodici mesi del mercato del Tax Free Shopping, nelle località estive italiane, ha visto crescere la spesa media da un valore di 679 a 738 euro, nonostante un leggero calo dei volumi di acquisti (-3,29%).

Perchè proprio la Riviera di Ponente ?

I russi sembrano essere affascinati dalla bellezza del territorio, soprattutto dai suoi paesaggi che sembrano ancora naturali. Oltre alle ben note  spiagge sabbiose di Varigotti, Baia dei Saraceni o  Baia delle Sirene anche l’entroterra offre scorci veramente incantevoli.

Non solo russi però, anche  francesi, tedeschi e cittadini di altri paesi vengono attratti dalle province di Imperia e Savona, probabilmente perché sollecitati a prenotare treni o bus online tramite portali come quello di Omio, la piattaforma che ha rivoluzionato gli spostamenti: la start up berlinese ha infatti evidenziato una crescita delle ricerche sulle tratte del 130% tra i mesi di Maggio e Giugno.

Le opportunità vacanziere si scontrano però con la situazione dei trasporti, resa problematica dai continui scioperi, anche se la situazione sta trovando invece proprio adesso una soluzione.

E’  stato infatti convocato un incontro d’urgenza, martedì 21 Luglio, dove l’assessore ai trasporti della regione Liguria Gianni Berrino è intervenuto per  discutere sulle problematiche del servizio: le buone notizie sono arrivate quando l’esecutivo ha approvato un provvedimento per lo sblocco dei finanziamenti del fondo. Si tratta di un finanziamento del valore di dieci milioni di euro, studiato per aumentare l’efficienza del servizio delle aziende.

“Scriveremo una lettera all’Agcm e al Ministero per chiedere una proroga per garantire il servizio” Si è espresso così l’assessore Berrino .

Le stesse questioni che erano già state discusse durante un incontro precedente, tra lo stesso Berrino, il sindaco di Genova Marco Doria e l’assessore comunale ai Trasporti, Anna Maria Dagnino.