15 Luglio 2024 16:07

Cerca
Close this search box.

15 Luglio 2024 16:07

IMPERIA – LA PROTESTA CONTRO LA SPIAGGIA PER I CANI AL PRINO SI SPOSTA IN COMUNE. PARODI: “DISPONIBILI A MIGLIORARLA MA..”/ LE IMMAGINI

In breve: Si sono presentati questa mattina, di buon ora, sotto il Comune di Imperia per protestare contro la decisione dell'amministrazione, in particolare dell'assessore all'arredo urbano Maria Teresa Parodi, di realizzare la spiaggia per i cani a Borgo Prino.

collage protesta cani

Imperia – Si sono presentati questa mattina, di buon ora, sotto il Comune di Imperia per protestare contro la decisione dell’amministrazione, in particolare dell’assessore all’arredo urbano Maria Teresa Parodi, di realizzare la spiaggia per i cani a Borgo Prino. Armati di cartelli, pentole e cucchiai hanno ribadito il loro “no” alla spiaggia dedicata al miglior amico dell’uomo. Protagonisti della singolare protesta una quindicina di residenti della zona che di quel tratto di arenile pubblico, nei mesi estivi, ne hanno fatto la loro seconda casa. Una protesta che, in verità, non ha riscontrato grande consenso, anzi, sui social network la posizione dei “pensionati”del Prino è stata duramente criticata dai più.

I residenti ci tengono a ribadire che non sono contro i cani ma contro i padroni incivile e chiedono lo spostamento della spiaggia in altro luogo. Per quanto riguarda l’amministrazione e le associazioni animaliste si tratta di un falso problema in quanto non si sarebbero riscontrate criticità.

DICHIARAZIONE AUSONIA MINNITI

“Noi all’amministrazione abbiamo chiesto di risolvere vari problemi, dalla pulizia delle strade, alla pulizia delle spiaggie, all’area ecologica etc – dichiara Ausonia Minniti

Purtroppo quest’amministrazione, come le precedenti, sono sempre stati sordi. Con una petizione, nel 2013, abbiamo raccolto 106 firme indirizzate ai vari rappresentanti dell’amministrazione comunale chiedendo un incontro. L’unico che ci ha manifestato è stato l’assessore Podestà. Molto onestamente ci ha detto quello che poteva fare e quello che non poteva fare. Siamo rimasti d’accordo che dopo un anno ci saremmo sentiti per verificare se quello che noi avevamo segnalato era stato risolto oppure no. Con tutta la comprensione, perchè sappiamo che la giunta è da due anni. Dopodichè, dopo due anni, ritorniamo e le cose le troviamo peggiorate rispetto a quelle che noi abbiamo segnalato. Problemi di smaltimento rifiuti sono all’ordine del giorno. Come se non bastasse la spiaggia libera del Prino, da forse due settimane, adesso non so dire di preciso, è stata definita spiaggia amica dei cani. questa è stata fatta su proposta della Parodi, ma con complicità dell’amministrazione comunale. Perchè il responsabile alla fine è sempre il sindaco, qualunque cosa succeda.

Noi abbiamo chiesto di informare prima di tutto i proprietari dei cani su quelle che sono le regole. Dopodiché, siccome ci sono molti proprietari incivili, noi non ce l’abbiamo con i cani, ognuno di noi ha degli animali, noi ce l’abbiamo con i proprietari incivili, che fanno defecare i cani sulla spiaggia e non la raccolgo, che li fanno pisciare sulla spiaggia e non disperdono le urine con un secchio d’acqua, come tra l’altro, previsto da regolamento comunale che è stato emesso.

Però se la Parodi non informa i proprietari, è inutile che faccia queste cose. Noi gliel’abbiamo detto nell’incontro di venerdì scorso, e ha detto che questa è una sperimentazione.

Scusate, io mi sento una cavia. Tu sperimenti sulla mia pelle? Tu fai convivere delle situazioni esplosive sulla stessa spiaggia. Vuoi far passare la spiaggia dei cani come un innovazione…e poi lasci sporca la spiaggia, non c’è l’accesso per i disabili. Noi in questi giorni abbiamo visto 4 o 5 persone, che rischiavano di scivolare sui sassi sconnessi.

Abbiamo visto una famiglia di torino, in vacanza solo per 10 giorni, che aveva una figlia in carrozzella e padre e madre la tenevano ai lati per portarla in spiaggia. Non ha forse diritto anche lei a stare sull’arenile?

chiediamo lo spostamento della spiaggia dei cani! Dove è un problema del comune. Io non voglio creare attriti con altri, perchè se dico la mettiamo li o la mettiamo la, ci saranno sicuramente degli altri imperiesi che diranno perchè qui , perchè non da un altra parte. Questo è un problema del comune, perchè prima di realizzare qualcosa devono fare la mappatura del territorio, devono conoscere le conseguenze. Non prima realizzare e poi dover far subire tutte le conseguenze ai cittadini. Noi veniamo qui in vacanza, veniamo qua in spiaggia per goderci le nostre vacanze, e non per litigare con i proprietari dei cani, ripeto incivili”.

“Noi siamo disponibili a migliorare le condizione delle spiagge – ha dichiarato l’assessore Maria Teresa Parodi a Imperiapost – con un’eventuale recinzione e altra strumentazione per migliorare la convivenza”.

“Due anni fa – ha dichiarato il presidente della SOS Pet Imperia Nicoletta Oneglio abbiamo raccolto 2500 firme per la spiaggia per i cani. L’amministrazione ha recepito la volontà e la necessità della cittadinanza di avere un luogo dove poter portare i cani a fare il bagno. Noi e i nostri animali abbiamo il diritto di avere un posto. C’è qualcuno che crede che vi siano diritti acquisiti perché? Che siano o turisti che vanno in quella spiaggia da vent’anni non possono negare un diritto sancito dal Comune”.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ transition=”‘slide’” lightbox=”true”]

Condividi questo articolo: