22 Giugno 2024 07:36

Cerca
Close this search box.

22 Giugno 2024 07:36

IMPERIA. ADDIO SKATE PARK. IL COMUNE SMONTA ANCHE LA RAMPA. LA RABBIA DEI GESTORI: “NON ABBIAMO PIÙ NULLA, PROMESSE NON MANTENUTE”/IL VIDEO

In breve: Sale la tensione tra il Comune di Imperia e l'associazione Skate For Fun che, sino a poche settimane fa, gestiva lo skate park di via Argine Sinistro, poi trasformato in un punto di consegna rifiuti ingombranti

collage addio skate_v2

Sale la tensione tra il Comune di Imperia e l’associazione Skate For Fun che, sino a poche settimane fa, gestiva lo skate park di via Argine Sinistro, poi trasformato in un punto di consegna rifiuti ingombranti. Questo pomeriggio il Sindaco Carlo Capacci e il consigliere di Imperia Cambia Fulvio Balestra hanno incontrato tre membri dell’associazione, Alessio Aresu, Michelangelo Benza e Claudio Conta, per comunicare loro che la rampa dell’ormai ex skate park dovrà essere smontata per motivi di sicurezza e trasferita in un magazzino. Al termine dell’incontro i tre giovani non hanno nascosto tutta la loro amarezza, in particolare perché l’accordo con il Comune di Imperia prevedeva il mantenimento della rampa nell’area ex skate park sino all’individuazione di una nuova location.

“Siamo stati convocati in Comune per un incontro con il Sindaco Capacci e con il consigliere Balestra. In pratica nell’area che è stata dedicata alla Teknoservice sull’Argine Sinistro la nostra rampa non può più stare per questioni di sicurezza – hanno spiegato a ImperiaPost Alessio Aresu, Michelangelo Benza e Claudio Conta al termine dell’incontro – Il Comune in poche parole vuole smontare la rampa per metterla in un magazzino. Dunque non sarebbe utilizzabile da noi che, di fatto, rimarremmo completamente senza un’area. Ci ha sorpreso che il Comune fosse preoccupato per il fatto che noi volessimo delle garanzie, anche solo vocali, di copertura di eventuali danni causati dagli operai nelle operazioni di smontaggio della rampa fino a un massimo di 3 mila euro per quanto concerne il Comune e fino a un massimo di 2 mila euro per quanto riguarda la TeknoserviceQuesta soluzione di lasciare la rampa montata all’interno dell’area gestita dalla Teknoservice mentre si cercava un’altra location era stata individuata proprio dall’amministrazione, adesso invece l’amministrazione stessa si è resa contro che non va bene e cambia le carte in tavola senza darci nessuna garanzia.

Vorrebbero appunto spostare questa rampa in un magazzino, dunque da noi non sarebbe più utilizzabile. Lo farebbero domani, dunque ce lo hanno detto oggi per farlo domani, senza però aver individuato un altro posto dove poterla montare e senza neanche averci dato alcuna garanzia di un rimborso per gli eventuali danni. Sono stati molto vaghi. Noi abbiamo intenzione di vederci tutti insieme per discutere su cosa fare, perché loro domani, se noi non ci siamo, smontano la rampa a modo loro, quindi in maniera brutale e sicuramente la danneggeranno. Noi cercheremo di esserci per trovare una soluzione per smontarla a pezzi. Ci daranno a disposizione i mezzi per caricarla su camion abbastanza grossi e metterla in questo famigerato magazzino. Il fatto è che poi non sapremo più quanto starà li.

Abbiamo chiesto almeno un’area provvisoria dove possiamo allenarci e continuare a praticare questo sport. Diciamo che l’accordo, vi daremo un nuovo posto e nel frattempo lasciate la rampa li, non è stato rispettato. Loro dicono che ci sono problemi di sicurezza legati alla Teknoservice. A questo punto non dovevano farci questa proposta fin dall’inizio. Noi magari avremo sbagliato ad accettarla, ma se prendi un impegno poi sarebbe da mantenere e invece così non è stato. Ora noi ci troviamo senza skatepark e senza rampa. Ora valuteremo se andare a muso duro contro l’amministrazione o se collaborare nello smontaggio della rampa”.

https://www.youtube.com/watch?v=NhKslHmY6Wc

 

 

 

 

Condividi questo articolo: