COLPO DI SCENA. CARLO CAPACCI È IL NUOVO PRESIDENTE DELLA BALNEARE TURISTICA IMPERIESE, SOCIETÀ CHE GESTISCE LE PRINCIPALI STRUTTURE RICETTIVE DELLA CITTÀ/ECCO PERCHÉ LA NOMINA

Home Imperia
balneare foto
Da sinistra Carlo Capacci. In alto da destra: Davide Carpano, sotto Maurizio Rainisio, Luca Ramone e Paolo Re.

Il Sindaco di Imperia Carlo Capacci è il nuovo presidente della Balneare Turistica Imperiese, società partecipata del Comune allo 0,938%. Capacci è stato nominato presidente del nuovo cda, composto da quattro consiglieri, Maurizio Rainisio (libero professionista) Gianfranco Valentini (farmacista di via Cascione), Luca Ramone, presidente della Rari Nantes Imperia, e Francesca Leone, figlia dell’ex assessore al bilancio del Comune di Imperia, in quota a Forza Italia, Rodolfo Leone.

La nomina di Capacci alla presidenza della Balneare ha un significato ben preciso. L’obiettivo dell’assemblea dei soci era quello di nominare un presidente “garante” che mettesse fine alle diatribe interne di una società nell’ultimo anno travolta da polemiche e da conflitti interni, culminate anche in denunce tra soci. La nomina di Capacci è un incarico pro tempore, a titolo gratuito, in attesa di risolvere i dissidi interni e nominare un nuovo cda e, eventualmente, un nuovo presidente. Inoltre, l’intento del primo cittadino è quello preservare il valore economico delle quote dell’Ente e di salvaguardare i 50 posti di lavoro della più grande società turistica imperiese. 

Capacci prende il posto del dimissionario Paolo Re, consigliere comunale e artefice del “ribaltone” subito dalla maggioranza sulla pratica del Parasio, che nelle scorse settimane ha venduto le sue quote. Dimissionario anche l’amministratore delegato Davide Carpano che nel triennio di mandato ha risanato i conti della società facendo registrare un sostanziale utile. 

La Balnerare turistica S.P.A., lo ricordiamo, ha come oggetto sociale “esercizio di stabilimento balneare, alberghi, residence, campeggi, bar, ristoranti, nonché l’esercizio di altre attività turistiche-culturali, quali cinematografi, teatri, sale di ritrovo, trasporto di persone per diporto, l’acquisto, la vendita e la gestione degli immobili”. Tra le strutture ricettive gestite dalla Balneare, ricordiamo, tra le altre, l’Hotel Corallo, l’Hotel Croce di Malta, la Spiaggia d’Oro e la Spiagga “Succursale”.