19 Giugno 2024 05:51

Cerca
Close this search box.

19 Giugno 2024 05:51

IMPERIA. FURTI CON SPACCATA. CONFESSA ANCHE I COLPI A BORGO FOCE IL 32ENNE FERMATO DALLA POLIZIA: “L’HO FATTO PERCHÈ…”/I DETTAGLI

In breve: La Polizia di Stato di Imperia, al termine di una articolata attività investigativa ha individuato e denunciato il ladro, un 32enne imperiese già conosciuto alle Forze dell'Ordine

13282416_711936735612344_1950421060_o (1)

La Polizia di Stato di Imperia, al termine di una articolata attività investigativa avviata in seguito ai numerosi furti in danno di esercizi commerciali di Porto Maurizio, che hanno destato particolare allarme sociale, come anticipato dal nostro giornale, ha individuato e denunciato il ladro, un 32enne imperiese già conosciuto alle Forze dell’Ordine, che, vistosi “spacciato”, ha confessato le sue malefatte.

All’esito dell’interrogatorio, delegato agli investigatori della Squadra Mobile dal pubblico ministero dr. Marco Zocco, è emerso che l’uomo, da solo, ha messo a segno, nelle ultime settimane, una lunga serie di “colpi’. tutti nel centro storico di Porto Maurizio, soprattutto nelle ore notturne, appropriandosi principalmente di denaro e prodotti alimentari.

La Squadra Mobile, da qualche tempo, aveva intrapreso nei suoi confronti una mirata attività di monitoraggio e, parallelamente, nelle prime ore del mattino di ieri, la Volante, cogliendo le circostanze favorevoli emerse in base ad una serie di elementi raccolti, è intervenuta all’improvviso, fermando l’uomo che, proprio qualche ora prima, aveva attuato gli ultimi due colpi, uno all’interno del bar “La Pensilina” in Via Matteotti e uno nel negozio di frutta e verdura in Via S. Maurizio, proprio a pochi metri dalla Questura.

I numerosi elementi raccolti nel corso dell’indagine, tuttavia, hanno consentito di attribuirgli anche numerosi furti commessi in precedenza, quali quelli perpetrati al Caffè dcl Duomo di Via Strafforello, alla ferramenta “Donati” di Via Cascione, al ristorante “la Ruota” di Borgo Foce, al bar “Amnesia” di Via Mazzini e al bar “Del Corso” di Corso Garibaldi, in occasione dei quali aveva sottratto, oltre ad un televisore, il poco denaro contenuto nelle casse e, prevalentemente, prodotti alimentari come pesce fresco, carne, birra ed altro.

Il ladro custodiva ancora all’interno della sua abitazione, situata anch’essa nel centro storico di Porto Maurizio, alcuni prodotti alimentari oggetto dei furti commessi, che sono stati prontamente riconsegnati dagli agenti alle vittime.

L’esito dell’attività investigativa. inoltre, ha consentito di “accollare” all’uomo anche altri due tentativi di furto, rispettivamente nei confronti del bar “I sognatori” in Borgo Foce e della pizzeria “Porto Vecchio” in località Parasio. In tali episodi l’uomo non era riuscito nell’intento, forse disturbato dall’arrivo di qualche passante o delle forze dell’ordine.

ll ladro, negli uffici della Questura, ha tentato di giustificare le sue malefatte dichiarando che da tempo è senza lavoro e, pertanto, avrebbe commesso i furti per procurarsi cibo e denaro per vivere.

Condividi questo articolo: