19 Luglio 2024 02:18

Cerca
Close this search box.

19 Luglio 2024 02:18

DOPO L’ASTA DEL CUORE DI IMPERIAPOST, IL CUORE DI MARTINA DONA 5 DEFIBRILLATORI ALLE SCUOLE PRIMARIE DI IMPERIA / FOTO E VIDEO

In breve: In verità i defibrillatori consegnati sono 6, infatti, nelle scorse settimane la Onlus ne ha consegnato uno nelle mani del sindaco Valerio Urso e della responsabile della scuola primaria di San Bartolomeo.

13313714_10208003098169217_886807744_o

IMPERIA – Missione compiuta. Oggi pomeriggio alla presenza del provveditore agli Studi Franca Rambaldi, dell’assessore alle attività educative del comune di Imperia Enrica Chiarini e di Roberta Ramoino, presidente della Onlus “Il Cuore di Martina” sono stati consegnati 5 defibrillatori alle docenti e responsabili delle scuole primarie di Imperia e Diano Marina.

L’acquisto dei defibrillatori è stato reso possibile grazie all’impegno dei volontari della Onlus (Federica, Andrea, Roberta, Laura, Isabella, Eugenia, Emilio, Olga), della redazione di ImperiaPost, al Comune di Imperia nella persona dell’assessore Simone Vassallo ma soprattutto a tutti gli imperiesi che hanno donato un oggetto di valore permettendo la riuscita dell'”Asta del Cuore” dello scorso 28 febbraio.

In verità i defibrillatori consegnati sono 6, infatti, nelle scorse settimane la Onlus ne ha consegnato uno nelle mani del sindaco Valerio Urso e della responsabile della scuola primaria di San Bartolomeo.

Le scuole nelle quali sarà presente il dispositivo salvavita sono: Borgo San Moro, Via Degli Ulivi, Piazza Roma (Littardi), Piazza Ulisse Calvi e Via Biancheri (Diano Marina).  Nelle prossime settimane, inoltre, due docenti per plesso frequenteranno il corso di formazione, organizzato dalla Onlus, per l’utilizzo del defibrillatore.

“Per ImperiaPost è stato un grande onoreha commentato l’editore Gabriele Piccardo poter contribuire a questo importante risultato. Questo tipo di iniziative saranno sempre sostenute dal giornale perché crediamo che non solo sia importante informare al meglio i nostri concittadini ma anche attivarsi su tutti i fronti per il benessere degli stessi. L’augurio è che non ci sia mai il bisogno di un dispositivo del genere ma se sfortunatamente dovesse servire e dovesse salvare la vita di un bambino allora tutto ciò sará servito a qualcosa di impagabile”. 

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000″ transition=”‘slide’” lightbox=”true”]

Condividi questo articolo: