DIANO MARINA. ELEZIONI AMMINISTRATIVE. FACCIA A FACCIA TRA CONFCOMMERCIO E CANDIDATI SINDACO. WEITZENMILLER:”VIGILEREMO SU IMPEGNI E PROMESSE ELETTORALI” /I DETTAGLI

Golfo Dianese Home

confcommercio_candidati

Futuro di impegni e promesse alla vigilia del voto comunale a Diano Marina. Il consiglio direttivo dell’Ascom del Golfo Dianese su richiesta dei candidati sindaci ha incontrato singolarmente nei giorni scorsi Loredana Grita (Diano Oggi per Domani), Giacomo Chiappori (Viva Diano), Marco Ghirelli (Pd), Michele Calcagno (Diano Riparte).

Ai quattro faccia a faccia erano presenti Franca Weitzenmiller presidente Confcommercio del Golfo Dianese, Fabrizio Sorgi (Fiva), Fabio Viale (Silb), Amerigo Pilati (Federalberghi).

Il confronto serrato ha affrontato le tematiche principali cui sono legati i destini della cittadina degli aranci e in particolare il suo rilancio turistico.

Alle domande dei candidati i rappresentanti delle imprese hanno illustrato le priorità da realizzare in merito ai problemi che frenano la crescita e lo sviluppo economico di Diano Marina. Franca Weitzenmiller ha ribadito la massima collaborazione della categoria, come già dimostrato in passato, ad affrontare i temi più scottanti, in primo luogo la questione rifiuti, i parcheggi, il Puc, il regolamento del suolo pubblico per consentire maggiori spazi a negozi e dehors, la pista ciclabile.

Sulla questione parcheggi l’Ascom punta ad estendere la sosta gratuita ora limitata al periodo natalizio a tutto il periodo invernale la domenica. Su calendario manifestazioni, promozione, ufficio Iat chiuso e spiagge Pilati e Viale hanno sollecitato i candidati a una serie di interventi e impegni precisi mentre Sorgi è tornato a sollevare il problema del trasferimento del mercato settimanale.

Il confronto tra Confcommercio e “sindaci” si è concluso con una agenda densa di argomenti da affrontare immediatamente. A liberare il campo dalla filosofia delle “promesse elettorali” ancora la presidente Franca Weeitzenmiller: “Il confronto non si chiude certo qui ma resta aperto e proseguirà appena si conosceranno i risultati delle votazioni. La congiuntura provocata dalla crisi e dalle difficoltà del Paese ci obbliga a mettere in campo tutte le nostre forze e capacità nel proporre, discutere e soprattutto trovare – sempre nell’ambito di una leale dialettica – le soluzioni ai problemi che soffocano le attività economiche e lo sviluppo turistico di Diano Marina “.