IMPERIA. FIRMATO L’ATTO TRANSATIVO. IL 23 OTTOBRE IL COMUNE INCASSERÀ 6.5 MILIONI DI EURO. CAPACCI: “GRAN PARTE VERRÀ UTILIZZATA PER IL PORTO”

Home Imperia

“Stiamo valutando come spendere questi soldi. Dobbiamo anche correre, perché ci sono
dei vincoli di finanza pubblica che ci obbligano a impegnare i soldi entro fine anno”

porto-fideiussione

Il 23 ottobre il Comune di Imperia incasserà i 6.5 milioni di euro derivanti dalla firma della transazione per l’escussione delle fideiussioni a garanzia delle opere del porto turistico non realizzate. Lo ha annunciato il Sindaco di Imperia Carlo Capacci, aggiungendo che proprio questa mattina è stato firmato ufficialmente l’atto transativo con la Assicurazioni Generali.

“Questa mattina gli avvocati, con procura, procuratori e Assicurazioni Generali si sono recati presso il Comune di Imperia e hanno firmato l’atto transativo di cui si è parlato nei giorni scorsi per un ammontare di 6 milioni e 500 mila euro che saranno accreditati sul conto del Comune di Imperia il 23 ottobre 2016 – ha dichiarato il Sindaco Capacci a ImperiaPost – La transazione è stata firmata dai dirigenti del Comune di Imperia, l’ing. Lunghi per quanto riguarda il Demanio e l’ing. Croce per quel che riguarda i Lavori Pubblici.

Stiamo valutando come spendere questi soldi. Dobbiamo anche correre, perché ci sono dei vincoli di finanza pubblica che ci obbligano a impegnare i soldi entro fine anno. Sono abbastanza certo che ci riusciremo. Abbiamo un elenco di opere da realizzare pronte. Quello che vorrei dire è che una parte consistente di questi soldi verrà utilizzata per il porto, perché è da li che proviene. Poi abbiamo alcune situazioni emergenziali che dovremo risolvere e lo faremo con questi soldi che, lo ricordo, non hanno nessun tipo di vincolo”.

Segui Imperiapost anche su: