Attualità, Home — 2 marzo 2017 alle 18:41

IMPERIA. COMUNE NEI GUAI, CORSA CONTRO IL TEMPO PER APPROVARE IL BILANCIO. ALL’ORIZZONTE LO SPETTRO DEL COMMISSARIO/GLI SCENARI

Questa volta il rischio dell’arrivo di un commissario ad acta per il bilancio del Comune di Imperia è davvero alto.
I tempi sono ristretti. Entro il 31 marzo il bilancio di previsione andrebbe approvato dal consiglio comunale, ma…

di Redazione

17092443_10210528058211640_739353990_n

Questa volta il rischio dell’arrivo di un commissario ad acta per il bilancio del Comune di Imperia è davvero alto. I tempi sono ristretti. Entro il 31 marzo il bilancio di previsione andrebbe approvato dal consiglio comunale, ma ad oggi la documentazione contabile dell’ente è ancora in alto mare.

Una prima stesura è stata presentata dagli uffici all’assessore Fabrizio Risso con un sforamento di ben 7 milioni di euro, poi ridotto a 4 e, negli ultimi giorni a 2. Per poter licenziare il bilancio i conti devono essere in pareggio e dunque gli uffici sono attesi da un vero e proprio tour de force per tagliare tutte le spese superflue o comunque non necessarie.

Non è pronto, inoltre, neanche il PEF (piano economico finanziario con il quale si stabiliscono le tariffe dei servizi primari al cittadino), atto propedeutico all’approvazione del bilancio di previsione. 

Concludere l’iter entro il 31 marzo è praticamente impossibile, anche perché i consiglieri comunali devono ricevere sulla propria scrivania il bilancio di previsione e tutti gli allegati, compreso il parere dell’organo di revisione, almeno 20 giorni prima della seduta di consiglio comunale convocata per l’approvazione del documento finanziario.

Facendo due conti, dunque, visto che per approvare il bilancio di previsione occorre che il consiglio comunale licenzi prima il PEF e che nella prossima seduta, prevista per il 9, il piano economico finanziario non è all’ordine del giorno, non sarà possibile rispettare il termine ultimo del 31 marzo, con il rischio concreto che il Prefetto nomini un Commissario ad Acta e che l’amministrazione vada gambe all’aria un anno prima della naturale conclusione del mandato.

Anche lo scorso anno il Comune sforò i tempi di approvazione del bilancio di previsione, e anche di diversi mesi, ma approfittando delle proroghe del Governo, che funsero da salvagente, riuscì a concludere l’iter senza intoppi. Proroghe che però questo Governo, alle prese con ben altri problemi, non sembra intenzionato a concedere.

“Stiamo lavorando – taglia corto l’assessore al bilancio Fabrizio RissoSappiamo che approvare il bilancio di previsione entro il 31 marzo sarà molto difficile”.

“Pensiamo di posticipare l’approvazione del bilancio ad aprile – dichiara a ImperiaPost il capogruppo del Pd in consiglio comunale Gianfranca Mezzera – Commissariamento? Se riusciremo ad approvare per lo meno il bilancio in Giunta entro il 31 marzo, fissando già la data del consiglio comunale per l’approvazione, non credo ci saranno problemi. Certamente, non è una situazione facile, questo è innegabile”.

 

 

Delusa, quasi sconfortata, invece, Piera Poillucci, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale: “In fondo non è cambiato niente. Questa amministrazione ha iniziato cosi e finirà cosi, incapace di gestire le risorse, spende i quattro spiccioli che ha in cassa tentando di accontentare le richieste dei consiglieri e degli assessori di maggioranza.