Home, Sport — 9 marzo 2017 alle 11:24

TORINO. OTTIMI RISULTATI PER MARCO FRANCHELLO E DENIS CAPILLO DELLA “SANREMO RUNNERS” ALLA “6 ORE” RECORDANDO/I DETTAGLI

Importanti risultati di due ultramaratoneti della Sanremo Runners alla “6 Ore” Recordando disputata domenica a Torino

di Redazione

collage_6oretorino

Importanti risultati di due ultramaratoneti della Sanremo Runners alla “6 Ore” Recordando disputata domenica a Torino. La gara si è svolta ripetendo un anello asfaltato di 2000 metri chiuso al traffico all’interno del parco Ruffini, con passaggio nella pista di atletica Primo Nebiolo, del capoluogo piemontese. Alla sua sesta edizione, che nel 2015 è stata vinta dal nostro Diego Di Toma (con 74,902 km), ha visto l’adesione di 122 partecipanti (99 uomini e 23 donne).
Entrambi gli atleti matuziani hanno svolto un test in vista dei loro prossimi impegni.

Ad andare oltre con il chilometraggio è stato Marco Franchello che in 6 ore di corsa no-stop ha percorso la distanza di 67,419 km. La sua è stata una gara in rimonta: partito lento, dopo quattro ore ha iniziato una lieve accelerazione recuperando alcune posizioni: “Sono contento dell’esperienza. Ho sempre corso senza alcun problema, mantenendo sempre un’andatura costante. Per me non era importante la posizione, ma verificare la tenuta correndo sei ore consecutive. Un test in vista della mia impegnativa gara di fine aprile, la Milano-Sanremo di 285 km. Desidero ringraziare mia moglie Lisa per l’assistenza in gara e i dirigenti della Sanremo Runners per il supporto organizzativo”.

Marco Franchello alla fine è risultato ottavo uomo al traguardo, ma anche brillante vincitore della categoria seniores (23-34 anni).

Un dato statistico da non sottovalutare: tra la quindicina di gare della specialità “6 Ore su strada” disputate quest’anno nel mondo, la prestazione di 67,419 km di Marco Franchello si colloca al 32esimo posto mondiale assoluto e 25esimo in Europa; mentre di categoria risulta ottavo al mondo (graduatoria guidata con 73,591 km dal taiwanese Ching Chou, che precede con 72,420 km l’americano Peter Banks e con 71,476 km il giapponese Hironori Nomoto), e terzo europeo (capolista con 70,488 km l’abruzzese Mirko Laudadio).

L’altro atleta presente della Sanremo Runners, al rientro da un infortunio, è Denis Capillo, che ha testato la condizione, limitandosi a percorrere la distanza di 50 km ultimata in poco meno di quattro ore di corsa, mentre occupava la seconda posizione. L’atleta matuziano ha dichiarato: “Ho provato ottime sensazioni anche se il recupero non è ancora totale”.

Un test verifica in vista della prevista partecipazione a fine maggio alla storica 100 km del Passatore (da Firenze a Faenza).

Così i migliori uomini alla “6 ore” di Torino:
1.75,762 km Carbone Luigi 1970 (Daini Carate Brianza)
2.74,602 km Colombo Fabrizio 1975 (Atl. San Marco Busto Arsizio)
3.74,407 km Scroglieri Stefano 1971 (Atl. Palzola Novara)
4.72,529 km Marhold Gunter 1969 (Germania)
5.71,044 km Vanzetti Massimo 1980 (Atl. Racconigi Cuneo)
6.70.448 km Ghilardelli Marco 1981 (Olimpia Runners Biella)
7.69,013 km Boaglio Claudio 1968 (Pod. Valle Infernotto Cuneo)
8.67,419 km Franchello Marco 1983 (Sanremo Runners)
9.66,908 km Battaglia Gennaro 1963 (Runners Loano)
10.66,712 km Tartaglino Gianfranco 1961 (Us Costigliole Asti)
11.66,509 km Torelli Roberto 1968 (Biella Running)
12.66,350 km Oliva Alberto 1962 (Gap Saronno)
13.66,017 km Morstabilini Luca 1969 (Soresina Running)
14.65,762 km Greco Girolamo 1985 (Olimpiatletica Torino)
15.65,436 km Canta Piercarlo 1963 (Cral Reale Mutua)
Seguono 84 uomini.

 
 
 
POPUPOKLANT