25 Giugno 2024 00:17

Cerca
Close this search box.

25 Giugno 2024 00:17

IMPERIA. FESTIVAL ORGANISTICO INTERNAZIONALE. IL VESCOVO SUETTA CENSURA UN’OPERA DEL COMPOSITORE HÄNDEL: “È MUSICA PROFANA”/IL CASO

In breve: "Questa è musica profana, non può essere suonata in Chiesa". È questa la motivazione che ha spinto il Vescovo della Diocesi Sanremo-Ventimiglia Antonio Suetta a modificare la scaletta di una delle serate del Festival Organistico Internazionale

Schermata 2017-07-18 alle 19.56.00

“Questa è musica profana, non può essere suonata in Chiesa”. È questa la motivazione che ha spinto il Vescovo della Diocesi Sanremo-Ventimiglia Antonio Suetta a modificare la scaletta di una delle serate del Festival Organistico Internazionale,Agati in Concerto“, prevista per domenica 20 agosto alla Chiesa Parrocchiale di S. Nicola da Bari a Perinaldo.

Al centro del contendere “Lascia ch’io pianga”, celebre aria per soprano del compositore tedesco Georg Friedrich Händel. Per il Vescovo non è musica sacra. Suetta, quindi, dopo aver visionato la scaletta, fornitagli dal parroco Don Carlo Grignola, ha deciso di chiederne una modifica, tagliando di fatto l’aria di Händel.

La rassegna “Agati in Concerto”, istituita nel 2005, e alla quale partecipano concertisti provenienti da tutto il mondo, è organizzata dall’associazione musicale di Imperia “Pànta Musicà” (direttore artistico Michele Croese), in collaborazione con la parrocchia e il Comune di Perinaldo, la parrocchia di Vallebona e il Convento N.S. Dell’Orto di Ventimiglia.

Contattato da ImperiaPost, il parroco di Perinaldo, Don Carlo Grignola, ha dichiarato: Per eseguire concerti in chiesa serve l’autorizzazione del Vescovo. Monsignor Suetta vuole visionare le scalette di tutti i concerti che si eseguono nelle chiese della Diocesi, per questo gliel’ho inviata, dopo essermi confrontato con gli organizzatori.

Dopo averla analizzata, il Vescovo ha inviato una lettera agli organizzatori chiedendo di modificare la scaletta eliminando l’opera di Händel in quanto non si tratta di musica sacra. In quanto i volantini sono già stati stampati, non è stato possibile modificarli. Il giorno del concerto verrà comunicato agli spettatori che l’opera in questione non verrà eseguita”.

 

 

Condividi questo articolo: