IMPERIA. CRISI POLITICA. L’1 DICEMBRE LA RESA DEI CONTI CON IL CONSIGLIO COMUNALE SU RIVIERACQUA. MEZZERA (PD): “IL SINDACO…”/FOTO E VIDEO

Home Imperia

collage_cocnsci

Il prossimo venerdì 1 dicembre sarà il momento della resa dei conti. La conferenza capigruppo convocata per oggi, mercoledì 22 novembre, alle ore 13, infatti, ha fissato per quella data il consiglio monotematico su Rivieracqua, con all’ordine del giorno la delibera presentata dal Sindaco Carlo Capacci con la quale il primo cittadino propone di posticipare l’ingresso del Comune di Imperia nella società consortile di 60 giorni.

Il giorno prima, giovedì 30 novembre, si terrà invece un consiglio comunale per approvare una variazione di bilancio e alcuni debiti fuori bilancio, in modo tale da mettere in sicurezza le casse del Comune di Imperia prima dell’eventuale caduta dell’amministrazione. 

Gianfranca Mezzera, capogruppo del Partito Democratico, ha già annunciato battaglia sulla delibera del Sindaco, definendola “inutile” e facendo mettere a verbale della conferenza capigruppo le proprie considerazioni. Se non vi saranno ulteriori colpi di scena, il Pd dovrebbe presentarsi all’appuntamento con i consigli comunali del 30 novembre e 1 dicembre con i propri assessori già dimissionari (le dimissioni, per via del caso Amat-Rivieracqua, sono previste per domani,  giovedì 23 dicembre, dopo la Giunta).

Nel frattempo il Partito Democratico sta lavorando a una mozione di sfiducia da presentare in consiglio comunale  per sfiduciare il Sindaco e far cadere l’amministrazione.

“Abbiamo deciso che il giorno 30 novembre verranno messe all’ordine del giorno tutte le pratiche relative alla variazione di bilancio, in quanto il giorno 30 è l’ultimo disponibile, e tutti i debiti fuori bilancio, così mettiamo in sicurezza i conti del Comune – ha dichiarato a ImperiaPost Gianfranca Mezzera – La discussione sulla pratica di Rivieracqua che ha presentato il Sindaco Carlo Capacci la discutiamo il giorno 1 dicembre alle ore 19. Io ho fatto mettere a verbale che ritengo questa pratica sia inutile, in quanto il Sindaco propone di entrare in Rivieracqua tra 90 giorni, perché aspettiamo che il Tribunale di Imperia si esprima sul fallimento (udienza fissata per il 19 dicembre, ndr).

Io dico che nel momento in cui il Tribunale di Imperia decide che non c’è il fallimento, noi abbiamo la delibera del 9 marzo del 2017 con la quale il consiglio ha deliberato l’ingresso in Rivieracqua. Comunque la discuteremo e vedremo come andrà a finire.

Mozione di sfiducia? È in itinere. Presentarla insieme a Forza Italia? Non so, la sta gestendo il nostro segretario cittadino”.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ transition=”‘slide’” lightbox=”true” exclude=”289158″]