IMPERIA. 24ENNE UBRIACO TENTA IL SUICIDIO IN VIA DORIA. LA RABBIA DEI COMMERCIANTI:”NELLA ZONA VIGE IL DEGRADO, VOGLIAMO LE TELECAMERE. QUESTA NOTTE…”/IL CASO

Home Imperia

Non è la prima volta che nella zona si verificano problemi di ordine pubblico ed episodi di vandalismo e, per questo motivo, i commercianti lamentano la mancanza di sicurezza e di controlli.

rdvand_censored

Degrado e scarsa sicurezza. È questo che denunciano i commercianti della zona di piazza Maresca e via Doria, dove questa mattina un immigrato senegalese di 24 anni, in stato confusionale, ha minacciato il suicidio salendo sul pianerottolo del terzo piano di una palazzina e spaccando una finestra.

Non è la prima volta che nella zona si verificano problemi di ordine pubblico ed episodi di vandalismo e, per questo motivo, i commercianti lamentano la mancanza di sicurezza e di controlli.

“Questa zona è nel degrado totale – afferma la titolare del bar Baraonda in piazza Maresca I palazzi sono rovinati, i vicoli sono sporchi, spesso pieni di vomito e urina, e bisogna chiamare altrimenti non vengono puliti. Così come per potare gli alberi, ho dovuto chiamare il Comune. Poi dicono di voler fare turismo.

Dovrebbero mettere le telecamere. I soldi per le telecamere nelle zone ZTL ci sono, perché lì il Comune ha un introito, mentre per le zone a rischio sicurezza no. Come mai?

Stanotte c’è stato l’ennesimo raid vandalico in piazza Maresca. I motorini sono stati buttati giù. 

Da quando abito qua, da circa 3 anni, la situazione è così. Questa mattina è stato solo l’ultimo esempio. Tanto di cappello ai Carabinieri che sono intervenuti tempestivamente, ma ci vorrebbe più controllo”.

“Sta notte hanno buttato tutti i motorini a terra – conferma il titolare del parrucchiere Mario Occhino non è la prima volta. Dovrebbero esserci più controlli e ci vorrebbero delle telecamere. L’anno scorso hanno vandalizzato le panchine.

Purtroppo spesso si vedono persone poco raccomandabili in giro, non solo qui, in tutta la città”.

Durante il giorno la situazione è tranquilla – aggiunge la commessa del negozio Rivamare – Di sera invece spesso spaccano le selle e rubano i caschi. Una volta parcheggiavo qui, ma da quando me l’hanno rubato non l’ho più fatto. I fatti si ripetono spesso, ci vorrebbero controlli periodici”. 

“Io sono cresciuto qui sulla Spianata e ho un’attività qui – afferma un altro residente – e non ho mai visto come negli ultimi 5 anni questa zona abbandonata, sporca”. 

Anche in altre zone di Oneglia i commercianti e i residenti lamentano gli stessi problemi, in particolare, nella zona di Largo Ghiglia, via Ospedale, piazzetta dell’Olmo e giardini Toscanini, dove negli ultimi mesi si sono verificati diversi raid vandalici.

Segui Imperiapost anche su: