IMPERIA. INTEGRAZIONE, ACCOGLIENZA, ANTIRAZZISMO. GLI OPERATORI DELLA COOPERATIVA SOCIALE PROGEST OSPITI ALL’ASSEMBLEA DEL LICEO VIEUSSEUX:”TEMI ATTUALI E…”/LE IMMAGINI

Cultura e manifestazioni Home

Oggi il Liceo Scientifico e Classico Vieusseux – De Amicis, grazie ai suoi rappresentanti di istituto, ha deciso di dedicare uno spazio, durante la propria assemblea, a tematiche molto attuali quali l’integrazione, l’accoglienza e l’antirazzismo.

lcmrn

Oggi il Liceo Scientifico e Classico Vieusseux – De Amicis, grazie ai suoi rappresentanti di istituto, ha deciso di dedicare uno spazio, durante la propria assemblea, a tematiche molto attuali quali l’integrazione, l’accoglienza e l’antirazzismo.

Ospiti sono stati gli operatori della Cooperativa Sociale Progest di Imperia, che hanno portato la loro testimonianza diretta su temi affrontati quotidianamente durate il loro lavoro.

L’esigenza è nata dalla volontà di far conoscere questa realtà, presente sul territorio, ma della quale si sa veramente poco; una realtà così vicina, ma che allo stesso tempo viene percepita così lontana.

I temi trattati sono stati molti, scaturiti anche dalla visione del cortometraggio “Apri gli occhi”, realizzato dal Laboratorio cinematografico con i ragazzi delle scuole Ruffini, Liceo Scientifico Vieusseux e Istituto Colombo di Arma di Taggia, in collaborazione ASSEFA, AIFO, Associazione Popoli in Arte, CE.S.P.IM nel quale si affronta il tema del razzismo visto con gli occhi dei giovani studenti. Il video contiene alcune testimonianze dei ragazzi richiedenti asilo ospitati dalle cooperative del territorio imperiese. Il video è stato molto apprezzato e ha suscitato e ha avuto un impatto emotivo molto forte.

Questo ha reso più facile aprire uno spazio di condivisione, nel quale gli operatori hanno esposto quello che è il loro lavoro, dando una definizione di “richiedente asilo”, spiegando le regole attualmente vigenti sul territorio italiano ed europeo. Grazie poi alle domande poste dagli stessi studenti, che si sono rivelati molto attenti e interessati, le tematiche toccate sono state le più svariate: dallo Ius Soli, alle motivazioni che spingono le persone a lasciare le loro terre, passando per semplici curiosità riguardo alla quotidianità nei CAS e alle differenze culturali che molto spaventano, ma che in realtà molto arricchiscono.

È stata un’esperienza molto costruttiva ed interessante – racconta l’operatrice Elisabetta Quarta – sinceramente non mi aspettavo tanto partecipazione ed interesse da parte di ragazzi così giovani. È stato bello condividere con loro il nostro lavoro e le nostre conoscenze su un tema del quale si sa effettivamente molto poco”.

“E’ stata una bellissima opportunità – dichiara Sonia Contorbia, responsabile dell’area migranti Progest di Imperia – ci ha permesso di avere un confronto con ragazzi che fanno parte della stessa generazione dei nostri ospiti e di scambiare con loro opinioni e punti di vista. Ringraziamo vivamente il Preside dell’Istituto Auricchia e i rappresentanti dell’Istituto, in particolare Camilla Pelosi, dalla quale è partita l’idea di questo incontro”.

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000″ transition=”‘slide'” lightbox=”true”]

Segui Imperiapost anche su: