Attualità, Home — 18 gennaio 2018 alle 09:37

MAXI CONTROLLI DELLA GUARDIA DI FINANZA. FERMATI TRE SPACCIATORI GRAZIE A BACON E PAKROS, CASH DOG E CANE ANTIDROGA/LE OPERAZIONI

Fermati, grazie all’impeccabile fiuto del “cash dog” e del cane antidroga, due spacciatori spagnoli e uno sloveno trovato in possesso di denaro contante oltre la soglia consentita per legge.

di Redazione

DFSFE
Fermati, grazie all’impeccabile fiuto del “cash dog” e del cane antidroga, due spacciatori spagnoli e uno sloveno trovato in possesso di denaro contante oltre la soglia consentita per legge.

Il tutto è stato reso possibile dall’esecuzione di un dispositivo ad hoc, effettuato presso il confine di Stato, tramite il quale i Finanzieri di Ventimiglia, dopo un attento monitoraggio dei mezzi che stavano facendo ingresso nel territorio italiano, hanno deciso di fermare due auto.

Nel primo mezzo proveniente dalla Spagna, grazie al fiuto del cane antidroga PAKROS sono stati rinvenuti e sequestrati, abilmente nascosti in un doppio fondo ricavato sotto i sedile dell’auto, 78.4 grammi di marijuana. Gli occupanti dell’auto, due giovani spagnoli, venivano denunciati per spaccio alla locale Autorità Giudiziaria.

Nella seconda proveniente dalla Francia i finanzieri insospettiti dall’eccessivo contante che il conducente del mezzo, un uomo di origini slovene, aveva con sé, hanno ispezionato con il cash dog BACON i bagagli rinvenendo all’interno di uno di essi, chiuse in una busta di plastica, numerose banconote di medio e grande taglio, per complessivi 26.500 €

Tale somma di denaro, che il soggetto ha dichiarato essere proveniente dal Principato di Monaco, non risultava essere stata preventivamente denunciata alle Autorità doganali italiane, pertanto nei confronti dello stesso veniva applicata la sanzione amministrativa che prevede l’ applicazione dal 10% al 30% dell’importo trasferito in eccedenza alla soglia minima prevista per legge (10.000 euro).