SANREMO 2018. LA BAND IMPERIESE “LAST DAY OF SUMMER” SUL PALCO DELL’ARISTON CON STING E SHAGGY. “EMOZIONE INDESCRIVIBILE. DURANTE LE PROVE…”

Cultura e manifestazioni Home Sanremo 2018

fest12

Trovarsi a suonare sul palco dell’Ariston al Festival di Sanremo insieme a Sting e Shaggy. L’esperienza che hanno vissuto ieri sera i membri della band imperiese “Last day of Summer” non capita tutti i giorni e sicuramente la porteranno nel cuore per molto tempo.

Per la seconda serata del 68° Festival della canzone italiana, infatti, sono stati invitati come ospiti gli artisti di fama mondiale Sting e Shaggy che hanno conquistato il pubblico con la loro energia e passione. Per esibirsi, però, avevano bisogno di una band di supporto e ad essere contattati sono stati proprio i “Last day of Summer” che hanno accettato senza pensarci due volte.

“Quando è arrivata la telefonata – racconta Fabrizio Fabiano, il bassista della band, contattato da ImperiaPost – eravamo a casa mia per organizzarci in vista delle riprese di un nostro nuovo video. Ci hanno chiesto se eravamo disponibili e abbiamo detto subito sì. 

Noi lavoriamo molto a livello internazionale – aggiungeabbiamo fatto tour in Russia, in Inghilterra e presto partiremo per l’Ucraina, perciò eravamo entusiasti di poter avere la possibilità di esibirci con star della musica mondiale di questo calibro.

Abbiamo fatto le prove nel primo pomeriggio di ieri all’Ariston, io al basso, Walter alla chitarra, Enea alla batteria e Davide (solitamente il cantante) alla tastiera. Subito Sting e Shaggy sono venuti a presentarsi. Sono persone davvero squisite, ci hanno stretto la mano e hanno scambiato due chiacchiere con noi chiedendoci la storia della nostra band. Anche lo storico chitarrista di Sting, Dominic Miller, è stato molto socievole ed è venuto a conoscerci nel camerino che ci hanno assegnato.

È stato emozionante vivere tutta l’atmosfera del “dietro le quinte” del Festival – continua – nei camerini abbiamo incontrato tantissimi artisti, dai The Kolors a Il Volo, da Annalisa a il Mago Forest. 

Arrivato il momento dell’esibizione, è volato tutto in un attimoconcludeSting è stato fantastico e Shaggy ha animato la serata con un’energia ineguagliabile. Nonostante la tensione ci siamo divertiti davvero moltissimo e abbiamo dato il massimo”.