Attualità, Home — 6 luglio 2018 alle 21:35

IMPERIA: MOVIDA, SIGLATO IN PREFETTURA IL PROTOCOLLO D’INTESA TRA FORZE DELL’ORDINE E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA/ I DETTAGLI

L’iniziativa promuove la diffusione della cultura della legalità, con particolare attenzione alle fasce giovanili di coloro che frequentano discoteche e locali di pubblico intrattenimento danzante, e a incrementare i livelli di sicurezza all’interno e in prossimità di tali esercizi.

di Redazione

discoteca

Il Prefetto di Imperia, Silvana Tizzano, presso il Palazzo del Governo, ha sottoscritto oggi  con le Forze dell’ordine e le Organizzazioni rappresentative delle categorie dei gestori di discoteche e dei servizi di controllo nei locali di pubblico spettacolo della provincia, un protocollo d’intesa per consentire un più avanzato sistema di relazioni e sinergia tra gli operatori del settore e le Forze di polizia. 

L’intesa è stata siglata con il Questore Cesare Capocasa, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Ten.Col. Andrea Mommo, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Col. Alfonso Ghiraldini ed i Presidenti provinciali di SILB (associazione italiana locali da ballo) Tommaso Osella, di Confcommercio Enrico Lupi, di FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) Enrico Calvi.

In attuazione dell’Accordo quadro sottoscritto a livello centrale il 21.6.2016 tra il Ministero dell’Interno e le Organizzazioni maggiormente rappresentative delle categorie e dei servizi di controllo nei locali di pubblico spettacolo, l’iniziativa promuove la diffusione della cultura della legalità, con particolare attenzione alle fasce giovanili di coloro che frequentano discoteche e locali di pubblico intrattenimento danzante, e a incrementare i livelli di sicurezza all’interno e in prossimità di tali esercizi.

Il Protocollo delinea forme di collaborazione tra Forze dell’ordine e gestori e operatori dei locali, che si impegnano a segnalare tempestivamente ogni forma di illegalità o pericolo, regolamentare l’accesso e la permanenza all’interno dei pubblici esercizi per precluderli a persone pericolose, affidare il controllo a personale formato ed autorizzato ai sensi di legge e ad installare apparati di videosorveglianza.