Home, Politica — 10 luglio 2018 alle 11:26

IMPERIA: POTERE AL POPOLO DECLINA L’INVITO DEL SINDACO SCAJOLA. MARIA SEPE:”NON CI CONVINCONO CONSULTAZIONI CHE PRIVILEGINO UNA PERSONALIZZAZIONE DELLA LEADERSHIP”

Così in una nota stampa Maria Sepe, di Potere al Popolo, a seguito dell’invito del sindaco Scajola di incontrare gli altri candidati alla carica di sindaco, durante le elezioni di giugno

di Redazione

maria sepe potere al popolo sindaco scajola

“Signor Sindaco, nel ringraziare per il cortese invito, telefonicamente formalizzatomi dalla Segreteria, a recarmi presso il Suo ufficio nel Palazzo Comunale per “una chiacchierata” a seguito dell’annuncio di voler incontrare gli altri Candidati alla carica di Sindaco, mi è doveroso spiegare le motivazioni che, dopo attenta e scrupolosa riflessione, condivisa con i miei compagni, mi inducono a declinare l’invito medesimo - Così in una nota stampa Maria Sepe, di Potere al Popolo, a seguito dell’invito del sindaco Scajola di incontrare gli altri candidati alla carica di sindaco, durante le elezioni di giugno.

La nota stampa di Potere al Popolo

“Noi pensiamo anzitutto che le questioni politico-amministrative che interessano la Città, al centro dell’intenso confronto elettorale appena concluso, vadano affrontate dalle forze politiche e istituzionali in sedi ufficiali e debbano chiamare in causa le rappresentanze che ne hanno la responsabilità. Diciamo anche, con la chiarezza dovuta, che non ci convincono consultazioni che privilegino una personalizzazione della leadership, ritenendola uno dei fattori che maggiormente incidono nella sempre più acuta crisi della nostra democrazia.

Posto il suddetto principio di etica politica, siamo certamente consapevoli che alcune problematiche di grande importanza per il territorio e la Città si stanno già segnalando nell’agenda locale per urgenza. Pertanto, Le riproponiamo sinteticamente di seguito, e leviamo l’auspicio che su di esse si apra, anche fuori dal Consiglio Comunale eletto, un confronto maturo e partecipato che coinvolga gli attori politici e istituzionali, le forze sociali e i cittadini tutti:

La salvaguardia della sanità pubblica territoriale e della struttura ospedaliera presente nel nostro Comune, proprio in questi giorni tornata in ballo per effetto del rilancio, da Lei effettuato, di un progetto di Ospedale Unico provinciale che per oltre un decennio è stato avversato da un vasto fronte di cittadini ed associazioni che ne ha ben evidenziato criticità e incongruenze.
il futuro di 70 lavoratori dell’ex stabilimento Agnesi ormai vicinissimi alla scadenza degli ammortizzatori sociali e la questione contrattuale e lavorativa dei lavoratori S.E.R.I.S. impiegati in vari servizi locali, delicatissime situazioni riguardanti la dignità e la sicurezza economica di un gran numero di persone e famiglie, rispetto alle quali ancora non si conosce che cosa intenda fare la nuova Amministrazione Comunale.

L’attuazione di una vera gestione pubblica del servizio idrico integrato, come voluto dalla grande maggioranza dei cittadini italiani con scelta referendaria, e non di una privatizzazione mascherata, alla luce delle disastrate situazioni gestionali in essere, e l’introduzione di una raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani – a nostro avviso da impostare con un rigoroso “porta a porta” – che dopo decenni e decenni di sconcertanti disservizi, risulti finalmente avanzata sul piano della sostenibilità ambientale e sociale.
In qualità di cittadina e già rappresentante di Potere al Popolo, attendo con interesse che la Sua Amministrazione voglia promuovere un’autentica discussione intorno alle suesposte questioni, così come alle altre che verranno in evidenza sin dai prossimi mesi, fin d’ora assicurandoLe che Potere al Popolo sarà attivamente presente nelle sedi di confronto che si vorrà assicurare per contribuire al confronto democratico che esse pretendono in vista delle importanti scelte da fare nell’interesse della collettività.
Nel frattempo, auguro buon lavoro a Lei ed alla Sua squadra”.