CALCIO ECCELLENZA, AL VIA LA STAGIONE DELL’IMPERIA: PRIMA SGAMBATA SOTTO GLI OCCHI DI MISTER BUTTU. “C’E’ TANTO DA LAVORARE”/FOTO E VIDEO

Calcio Calcio: Imperia Home

Ha preso il via ieri, lunedì 30 luglio, con un prima sgambata presso il campo sportivo di Cervo, la
stagione 2018-2019 dell’Imperia Calcio, ai nastri di partenza del campionato di Eccellenza Ligure

Schermata 2018-07-31 alle 10.37.09

Ha preso il via ieri, lunedì 30 luglio, con un prima sgambata presso il campo sportivo di Cervo, la stagione 2018-2019 dell’Imperia  Calcio, ai nastri di partenza del campionato di Eccellenza Ligure. Principale novità il cambio alla guida tecnica, con l’addio di Alfredo  Bencardino e l’approdo nel capoluogo ligure di Pietro Buttu, tra i più stimati allenatori del comprensorio ligure.

Sul fronte del calciomercato, hanno lasciato l’Imperia due pezzi da novanta, l’attaccante Pietro  Daddi, grande protagonista della passata stagione con 34 reti complessive tra campionato e coppa, accasatosi alla Loanesi, e Arturo Ymeri, passato alla Rivarolese. Hanno cambiato casacca anche l’attaccante Leonardo Canu e il portiere Daniele  Miraglia, passati alla Dianese&Golfo e il difensore Mirko Ravoncoli, trasferitosi al Taggia.

Per quanto concerne, invece, gli arrivi, l’Imperia ha prelevato il centrocampista Nicholas  Costantini, 29 anni, dall’Unione Sanremo, il portiere Alessandro  Trucco, 27 anni, dall’Argentina, e Luis Manini, 19 anni, dalle giovanili della Pro Piacenza.

Sul fronte societario, infine, confermato presidente Fabrizio Gramondo, hanno fatto il loro ingresso nei quadri dirigenti Denis  Muca, quale responsabile della prima squadra, e Francesco  Bregolin, in qualità di Team Manager.

Francesco Bregolin

“Ovviamente oggi è il primo giorno,  è una sorta di raduno. Siamo a Cervo, sempre ringraziando Denis Muca per la disponibilità e perché supporta la società in quest’anno importante.

La squadra adesso è sotto gli ordini di Mister Buttu, farà le sue valutazioni. Ci sono parecchi ragazzi giovani.

Siamo in una fase ancora iniziale, ci possono essere dei buoni presupposti per lavorare, c’è tanta gente che ha voglia di rivedere l’Imperia dove merita. Questa è una delle cose che mi hanno portato a dare una mano a questa società.

Ringrazio il presidente Gramondo, i dirigenti , che ci mettono impegno da tanti anni. Il mio ruolo sarà supportare l’allenatore, supportare la società, per quelle che sono le mie competenze.

L’imprenditore Bersano vicino alla squadra? Bersano per il calcio ponentino ha fatto tanto, il suo nome e la sua azienda hanno portato tanti benefici soprattutto alle società dell’estremo ponente.

Se c’è la volontà da parte sua di dare un mano ben venga. Sono discorsi che non competono a me. Quando c’è la volontà di venire ad aiutare una piazza importante come Imperia, che ha un tifo importante, ben venga. Quello che sarà il futuro non è di mia competenza, a me interessa il campo e dare un supporto per quello che posso”.

Pietro Buttu

“Imperia l’ho scelta per Denis Muca che mi ha convinto del progetto, per la società dell’Imperia, ma soprattutto per il blasone e per la grande tifoseria che ha questa piazza”.

Gli obiettivi per la prossima stagione?

“Lavorare, io non prendo in giro nessuno nè la città, nè la tifoseria. Bisogna lavorare, negli ultimi due anni con Bencardino, che è un allenatore che stimo, sono stati raggiunti il 2° e 3° posto”.

È soddisfatto della campagna acquisti?

“Sono contento dei ragazzi che sono venuti, Costantini su tutti che è un giocatore fuori categoria per me e spero che lo dimostri alla società. Mancano degli esterni, ci vorrà un attaccante vicino a Castagna e un difensore centrale”.

Qualche cessione?

“Non lo so ancora, devo conoscerli. C’è da lavorare qua“.

L’allenamento

[wzslider autoplay=”true” interval=”66000″ transition=”‘slide'” lightbox=”true”]

Segui Imperiapost anche su: