Cronaca, Home — 16 agosto 2018 alle 13:08

GENOVA: A10, CROLLO PONTE MORANDI. “ANCORA 10-20 DISPERSI”, LO RIVELA IL PROCURATORE CAPO FRANCESCO COZZI/L’AGGIORNAMENTO

Il procuratore della Repubblica di Genova Francesco Cozzi, a circa 48 ore dalla tragedia del crollo del ponte Morandi, afferma la probabile presenza di ancora 10-20 dispersi tra le macerie.

di Redazione

Schermata 2018-08-16 alle 13.01.10

“Potrebbero esserci ancora 10-20 dispersi”. Sono queste le parole del procuratore della Repubblica di Genova Francesco Cozzi, a circa 48 ore dalla tragedia del crollo del ponte Morandi, che ha causato, finora, 38 vittime accertate e 16 feriti.

Il bilancio, però, sembra essere destinato ad aggravarsi ancora, perché tra le macerie potrebbero esserci ancora diverse persone. 

L’emergenza continua

I vigili del fuoco, la protezione civile e tutti i soccorritori sono ancora al lavoro senza sosta per trovare gli ultimi dispersi, scavando notte e giorno. Per ottenere un’idea più precisa delle persone presenti sul ponte al momento del crollo, la Procura sta acquisendo i filmati delle telecamere di sorveglianza dell’autostrada. 

Nel frattempo, ci sono da gestire oltre 600 sfollati, dalle 11.50 di martedì 14 agosto hanno dovuto abbandonare le loro case. 

Per il reportage realizzato da ImperiaPost, clicca qui.