Cronaca, Home — 8 settembre 2018 alle 17:31

SI AGGREDISCONO CON SPINTONI E PUGNI IN STRADA PER GELOSIA, FERMATE DALLA POLIZIA. DUE TRENTENNI INDAGATE PER LESIONI E DETENZIONE ABUSIVA DI ARMI/I DETTAGLI

Dopo le urla e gli spintoni sono arrivati i pugni. La Volante del Commissariato di Polizia è arrivata appena in tempo per impedire più gravi conseguenze.

di Redazione

POLIZIA GIORNO

Due ieri gli interventi della Polizia di Stato su segnalazioni al numero per le emergenze 112.

Lite tra due trentenni in strada

Nel pomeriggio, alla periferia est della città, sulla via Aurelia, due donne francesi si sono affrontate in una manesca discussione provocata, pare, da motivi di reciproca gelosia.

Dopo le urla e gli spintoni sono arrivati i pugni. La Volante del Commissariato di Polizia è arrivata appena in tempo per impedire più gravi conseguenze.

Una lesione al capo l’unica seria conseguenza patita da una delle due esagitate trentenni che, per sfuggire all’aggressione, era anche riuscita a fermare una macchina di passaggio chiedendo aiuto alla giovane conducente spaventata.

L’intervento degli Agenti ha interrotto le ostilità e riportato la calma nel quartiere.

Il sequestro di un coltello

Accompagnate in ufficio le due donne sono state perquisite e proprio la vittima delle lesioni ha subito il sequestro di un coltello a serramanico nascosto in una tasca interna della sua borsa.

E’ facile immaginare cosa sarebbe potuto succedere se avesse avuto il tempo di utilizzarlo. I poliziotti non hanno potuto fare altro che indagare in stato di libertà ambedue.

Lesioni personali dolose e detenzione di oggetti atti ad offendere le due rispettive ipotesi di reato ora al vaglio del Tribunale di Imperia.

Il tentato furto di alcolici

Intorno alle ore 20, nel quartiere di Roverino, tre persone, presumibilmente migranti in transito nella città, hanno tentato di rubare alcune bottiglie di alcolici nel supermercato LIDL.

Quell’area è monitorata con speciale attenzione da ininterrotti servizi di controllo e vigilanza disposti dal Questore di Imperia.
L’addetto alla sicurezza del negozio, insospettito dal comportamento dei tre uomini, usciti senza fare acquisti, ha scoperto il furto di sei bottiglie di birra e ha chiesto l’intervento della Polizia.

In un istante i due complici si sono dileguati ma l’arrivo immediato della Volante ha impedito la fuga del giovane magrebino trovato in possesso della refurtiva che è stata restituita al gestore dell’esercizio commerciale.

In Commissariato gli Agenti hanno verificato che l’uomo, di nazionalità algerina, è attualmente ospite del Centro di Assistenza campo Roya ed era già stato sottoposto ad espulsione.

Il provvedimento a suo carico prevede alcuni giorni di tempo per abbandonare l’Italia e ottemperare all’ordine del Questore. I poliziotti sono pronti a verificare il rispetto dei termini di Legge alla scadenza prevista. Intanto il ventenne è stato deferito in stato di libertà al Tribunale di Imperia per tentato furto aggravato in concorso.