BANDO PERIFERIE, ACCORDO ANCI-GOVERNO. SI APRE UNO SPIRAGLIO PER LA PISTA CICLABILE A IMPERIA. SCAJOLA:”È UN PRIMO PASSO, MA…”/GLI SCENARI

Attualità Home

Nella giornata di ieri si è svolto un summit tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la delegazione dell’Anci al fine di trovare una soluzione al blocco dei fondi al Bando Periferie

bando-periferie-anci-intesa-governo-fondi-imperia-claudio-scajola-giuseppe-conte-decreto-milleproroghe

Il decreto milleproroghe, all’interno del quale è stato inserito un emendamento che rimanda lo stanziamento dei 18 milioni di euro per la realizzazione della pista ciclopedonale della città di Imperia, è stato blindato dal Governo. Contestualmente, si è tenuto ieri un summit tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la delegazione dell’Anci al fine di trovare una soluzione al blocco dei fondi al Bando Periferie.

Bando Periferie, il finanziamento per la pista ciclabile di Imperia

Il Piano Periferie Urbane, voluto dai Governi Renzi e Gentiloni, aveva messo sul piatto 2,1 miliardi di euro destinati a 120 soggetti tra capoluoghi di provincia e città metropolitane, tra cui anche il comune di Imperia che, il 18 dicembre 2017 grazie al lavoro dell’amministrazione Capacci, aveva firmato la convenzione a Palazzo Chigi a Roma.

Intesa Anci – Governo

Nella serata di ieri, il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha trovato un’intesa con la delegazione dell’Anci con la promessa di ripristinare in tre anni i fondi per i progetti “già in fase avanzata”, attraverso lo strumento del “primo decreto utile”.

“Ho ascoltato con grande disponibilità le istanze dell’Anci – ha dichiarato in una nota il presidente Conte e con i sindaci presenti ho condiviso l’obiettivo di avviare un percorso per giungere alla migliore soluzione possibile e nei tempi più rapidi. La soluzione che intendiamo adottare è quella di inserire nel primo decreto utile una norma che di fatto dia la possibilità di recuperare la realizzabilità dei progetti già in fase avanzata”.

“Abbiamo trovato una soluzione, il principio è salvo, i fondi per il bando periferie sono tutti salvi”. Ha confermato il presidente dell’Anci, Antonio Decaro.

Non tutti i sindaci però sono della stessa opinione, sostenendo che l’intesa, al posto di una proposta concreta, avrebbe portato solo a “generici impegni futuri”.

Il commento di Claudio Scajola, contattato da ImperiaPost

“Sono stato in contatto ieri sera mentre la delegazione dei sindaci era dal presidente del Consiglio, sono stato in contatto anche stamattina con i parlamentari. È un primo passo, ma ancora non ha aspetti non chiari, perché mi preoccupa che lo spalmare in 3 anni il finanziamento renderà difficile la gara di appalto del Comune. Il problema non è di cassa, ma di competenza. Credo sia necessario fare un ulteriore passo nella stesura del decreto, che consenta alle opere di essere appaltate e consideri il problema dei pagamenti. Altrimenti diventerebbe impossibile iniziare i lavori.

Il nostro progetto è già in fase avanzata, approviamo domani mattina in giunta, partiranno i nostri incaricati per palazzo Chigi, Il nostro è un progetto effettivamente esecutivo con tutti i pareri espressi in questi giorni dalla conferenza dei servizi, credo che sia inattaccabile. È stato un lavoro di 2 mesi continuo giorno e notte”.

Segui Imperiapost anche su: