A CENA CON WOODY ALLEN: NEW YORK, SERATA SPECIALE PER IL CHITARRISTA IMPERIESE DIEGO CAMPAGNA. “UMILE E SIMPATICO”

Attualità Cultura e manifestazioni Home

I due si sono incontrati a New York, in occasione dell’ultimo concerto di Campagna alla Julliard School, e hanno passato diverso tempo insieme, proseguendo la serata a cena.

woody-allen-new-york-diego-campagna-concerto-julliard-school

“Una persona umile e simpaticissima”. Con queste parole Diego Campagna, noto chitarrista imperiese, descrive Woody Allen, regista, attore, produttore, sceneggiatore statunitense, uno dei più celebri e amati del panorama mondiale contemporaneo. 

I due si sono incontrati a New York, in occasione dell’ultimo concerto di Campagna alla Julliard School, e hanno passato diverso tempo insieme, proseguendo la serata a cena.

ImperiaPost ha contattato Diego Campagna, per avere qualche dettaglio sui retroscena dell’incontro.

Woody Allen: il racconto di Diego Campagna

“Un mese fa, durante il mio ultimo tour a New York, mi sono esibito in concerto alla Julliard School di Manhattan, dove sono Visiting Professor – racconta Diego Campagna – tra i brani ho interpretato anche un brano che ha fatto da colonna sonora di un film di Woody Allen, “Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni”.

Precisamente, si trattava del brano “Grave Assai” adattato per chitarre dall’originale di Luigi Boccherini. Fa parte del celebre Quintetto n.4 , G 448, di Boccherini, originale per chitarra e quartetto d’archi.

Ho suonato alla Juilliard, al Lincoln Center e ho tenuto le lezioni per gli studenti come ogni volta – spiega – Tra i grandi colleghi che si sono esibiti nel concerto della Juilliard insieme a me c’erano Carol Wincenc, flautista plurinominata per il Grammy Award e Tali Roth, una delle più grandi ed importanti chitarriste americane.

La cosa meravigliosa è che il famosissimo regista Woody Allen è venuto ad ascoltarmi – continua – Mi avevano detto che c’era la possibilità che passasse, ma fino all’ultimo non avevamo alcuna conferma. 

Dopo il concerto ci siamo rivisti a cena, insieme ad altri musicisti e colleghi, e ho avuto l’occasione di conoscerlo meglio. È una persona simpaticissima, umile e colta. Grande amante della musica. Era molto contento della mia esibizione.

Gli ho parlato del Festival Chitarristico Internazionale che si svolgerà a Sanremo a novembre – aggiunge – e lui scherzando mi ha detto che gli piacerebbe venire da noi, magari insieme a sua figlia, appassionata anche lei di chitarra”.

 

Segui Imperiapost anche su: