Vela: il velista dianese Diego Negri conquista la 4ª posizione al “Bacardi Cup” di Miami/Le immagini

Sport

La Bacadi Cup ha raggiunto quest’anno la 92ª edizione e ancora una volta si è dimostrata il classic event della stagione per eccellenza

Si è conclusa la Bacardi Cup di Miami, 65 barche al via in rappresentanza di 23 nazioni; dopo un inizio ottimo il dianese Diego Negri (Yacht Club Sanremo), in coppia con il gardesano Sergio Lambertenghi, ha ottenuto un buon quarto piazzamento finale, ad una manciata di punti dal podio.

L’equipaggio Negri – Lambertenghi è stato in lotta per la medaglia d’argento fino all’ultima bolina dell’ultima prova che ha chiuso in terza posizione ma purtroppo subito alle spalle dei diretti concorrenti per la corsa al podio.

Una serie che li ha visti protagonisti di ottimi parziali tra cui la vittoria nella prova di apertura, purtroppo hanno accumulato qualche punto di troppo nelle prove centrali del campionato quando il vento è stato più sostenuto, complice anche il fatto che l’equipaggio italiano stava provando dei nuovi materiali in vista degli importanti appuntamenti della stagione appena cominciata.

Vittoria per gli statunitensi Doyle-Infelise, seguiti dal polacco Kusznierewicz insieme a Kleen, terzo piazzamento per i norvegesi Melleby – Revkin.

La Bacadi Cup ha raggiunto quest’anno la 92ª edizione e ancora una volta si è dimostrata il classic event della stagione per eccellenza.

“Grazie ai punti conquistati in questa regata – spiega Diego Negri – rimango ancora al primo posto della ranking mondiale e quindi mi avvicino al prossimo evento, che si svolgerà a Riva del Garda, con una grande motivazione”.

Prossimo appuntamento per Diego Negri sarà infatti il Campionato Europeo Open, ancora in modalità Star Sailors League, con il knockout a eliminazione diretta, che promette di fornire un grandissimo spettacolo nel acque del lago di Garda, come avvenuto durante le emozionanti finali che si erano svolte a dicembre a Nassau, dove Diego aveva centrato una fantastica medaglia di bronzo.

Due eventi importantissimi in cui il velista dianese farà da “padrone di casa” e portacolori nazionale e per i quali ci sono tutti i presupposti per riuscire a fare bene.

Segui Imperiapost anche su: