3 Marzo 2024 03:36

Cerca
Close this search box.

3 Marzo 2024 03:36

ARRESTO SCAJOLA. MATACENA DA DUBAI: “FACCIO IL MAITRE IN UN LOCALE PER VIVERE, ALTRO CHE LATITANZA DORATA. MIA MOGLIE…”

In breve: L'ex parlamentare di Forza Italia, latitante a seguito di una condanna a 5 anni e 4 mesi di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, ha rilasciato una lunga intervista a "La Repubblica". "Non avevo nessuna intenzione di andare a Beirut"

amedeo-matacena-1-770x491

“Faccio il maître in un locale. Di quello vivo, altro che latitanza dorata”. Lo ha dichiarato l’ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena in un’intervista a “La Repubblica”. Matacena, latitante a seguito di una condanna a 5 anni e 4 mesi di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, vive ora a Dubai e smentisce di aver avuto mai intenzione di trasferirsi a Beirut, in Libano, grazie all’aiuto di Claudio Scajola, così come ricostruito dalla Dia di Reggio Calabria.

Non avevo nessuna intenzione di andare a Beirut – ha dichiarato Matacena – un’idea del genere non mi ha neppure sfiorato. Sarebbe stata una follia. Mi trovo in un Paese in cui non esiste l’estradizione, perché avrei dovuto andare in Libano dove invece esistono accordi bilaterali con l’Italia? Tra l’altro, anche volendo mi è stato ritirato il passaporto e non posso muovermi da Dubai. Ho rifletto sull’opportunità di rientrare e consegnarmi. Ogni santo giorno. Sono stato condannato ingiustamente, il mio è stato un processo politico e anche le accuse sono basate sul nulla“.

Matacena ha provato anche a spiegare e giustificare il contenuto delle conversazioni tra sua moglie, Chiara Rizzo, e Claudio Scajola, decisive nell’inchiesta che ha portato all’arresto dell’ex Ministro.

Secondo me è andata nel panico e ha cercato di trovare una soluzione rivolgendosi a chiunque potesse aiutarla sia in Italia che all’estero. È stata nient’altro che una legittima richiesta d’aiuto. Claudio Scajola è un amico di famiglia e oltre ad essere un politico è anche un avvocato. Credo che Chiara si sia rivolta a lui per chiedere il parere di una persona qualificata”.

Sul rapporto di amicizia con Scajola, Matacena ha spiegato: “Conosco Scajola da quando sono diventato parlamentare di Forza Italia nel ’93, poi i rapporti politici si sono trasformati in amicizia. Sono amareggiato per quanto gli sta accadendo per colpa di questa storia, spero ne esca presto”.

Infine, sulla militanza in Forza Italia, Matacena ha aggiunto: “L’impegno politico in Forza Italia mi è costato molto. Ho perso praticamente tutto, compreso la mia famiglia”.

Condividi questo articolo: