Imperia, piano parcheggi: dopo le polemiche, dietrofront del Comune. Tornano bianchi 174 posti auto. “È mancato il confronto, ora garantita la rotazione”/Foto e video

Attualità Imperia

Le modifiche messe in atto dall’Amministrazione Scajola a 5 giorni dalla presentazione del piano parcheggi che ha rivoluzionato la sosta nella città di Imperia.

In via Boine (Borgo Marina) i parcheggi blu scendono da 46 a 33 e solo d’estate, in via Lamboglia (Borgo Prino) 68 parcheggi blu diventano bianchi e in via Novaro (Oneglia) i parcheggi blu scendono da 214 a 117.

Sono queste alcune delle modifiche messe in atto dall’Amministrazione Scajola a 5 giorni dalla presentazione del piano parcheggi che ha rivoluzionato la sosta nella città di Imperia. Un dietrofront per venire incontro alle esigenze dei cittadini, che, in questi giorni, hanno manifestato il malcontento per le nuove disposizioni, dei commercianti e del settore Lavori Pubblici, poiché presto partiranno i lavori per la realizzazione della pista ciclabile.

Piano Parcheggi, Claudio Scajola

Parcheggi gratuiti e parcheggi a pagamento

“Abbiamo convocato questa conferenza per lasciare cose scritte certe e non interpretabili.

Cosa ha fatto l’amministrazione sui parcheggi fino ad oggi? In 10 mesi abbiamo realizzato 150 parcheggi in più gratuiti, nell’area del museo navale e nell’area davanti stabilimento Agnesi, in più i 22 di Artallo in via definizione dopo 6 anni, si arriva a 170 in totale di parcheggi gratuiti in più rispetto al passato.

Qual era la situazione dei parcheggi a pagamento fino ad adesso? Il sistema era fermo da 10 anni. Orari e prezzi differenti nelle varie zone, un gran disordine per il cittadino. Abbiamo reso più omogeneo il settore dei parcheggi a pagamento. Un esempio: la pausa pranzo sarà gratuita dalle 12.30 alle 14.30 in tutta la città di Imperia, prima lo era solo a Oneglia e non a Porto Maurizio.

I cittadini di Imperia pagheranno di più? No, i residenti hanno tariffa scontata a 1,20 euro all’ora, pagheranno in alcune zone come prima, non c’è un aumento di costo per i cittadini imperiesi. Chi ha scritto cose diverse ha scritto il falso. In certi casi pagheranno come prima, in altri casi pagheranno di meno”.

Piazza Duomo e piazza Maestri del Commercio

“Piazza Duomo a Porto Maurizio e il posteggio dietro l’Agnesi: in queste due aree le zone blu saranno al costo di 50 centesimi all’ora. All’Agnesi abbiamo raddoppiato il parcheggio, abbiamo sistemato quello vecchio e la parte nuova rimane a zona bianca gratuita. Una volta al giorno, per i primi 15 minuti di sosta saranno gratuite tutte le strade. Quindi un cittadino residente pagherà come prima, ma avrà in più 15 minuti gratuiti”.

Abbonamenti

“Gli abbonamenti li abbiamo fatti passare da 130 euro al mese a 70 euro al mese, quasi dimezzato. Queste sono le risposte a chi falsamente dichiara che i posti a parcheggio a pagamento costeranno più di prima. Costeranno meno di prima”.

Totale parcheggi blu

“I parcheggi diventeranno tutti blu? No. A Imperia, escluse le frazioni, ci sono poco meno di 10 mila parcheggi tracciati. Di questi, 1.200 sono e saranno a strisce blu. Gli altri 8 mila bianchi e gratuiti.

I parcheggi blu sono quindi intorno al 15% del totale dei parcheggi tracciati.

I festivi si pagheranno solo nelle zone litoranee”.

Aree litoranee

“Perché l’aumento delle strisce blu in estate sulle aree litoranee? Spero che i concittadini capiscono, e sono certo di sì, che questa nostra città, per dare lavoro e crescere, deve acquisire un numero maggiore di turisti e devono trovare la possibilità di trovare posto per parcheggiare e che quindi i posteggi siano a rotazione, in modo da girare in città, far crescere le attività economiche della città.

La giusta rotazione l’abbiamo raggiunta con questo equilibrio”.

Modifiche al piano presentato

Alla luce di un approfondimento, la delibera con l’elencazione di massima delle aree viene modificata in questo modo:

  • Via Boine: i parcheggi blu scendono da 46 a 33 e solo d’estate. I 13 restanti in via Boine saranno bianchi;
  • Via Lamboglia: (Prino, tra il passaggio a livello e parcheggi Santa Lucia) eliminati i 68 parcheggi blu, diventano tutti bianchi, con disco orario di 4 ore, 6 di questi per disabili, perché lì aprirà la spiaggia inclusiva;
  • Via Novaro: da 214 blu a 117 blu. Dall’inizio della Spianata fino alla chiesetta di borgo Peri saranno zona blu per garantire rotazione e transito. Nel largo di San Cristino ci sono i parcheggi bianchi. Dalla chiesetta di Borgo Peri alla Galeazza saranno parcheggi bianchi, anche perché nel progetto della pista ciclabile, quella zona sarà interessata da lavori in corso. Ci auguriamo di poterli iniziare verso la fine dell’anno.
  • All’ospedale: tariffa 80 centesimi era un refuso, sarà 50 centesimi come in piazza Duomo e Agnesi;
  • Parasio: ZTL spenta fino all’una di notte e non fino alle tre. Il parcheggio in piazza Parasio, limitato e previsto, necessario per dare vita al Parasio (agevolando con la leva fiscale chi vuole aprire attività), si pagherà fino alle ore 22.

Come mai queste modifiche? Voglio caratterizzare l’amministrazione con il confronto. Per esempio, per la parte Lavori Pubblici per via Novaro. Dato che stiamo partendo con l’appalto, non sarebbe stato saggio fare zona blu lì.

Sulla zona Prino abbiamo fatto un approfondimento, anche dal punto di vista del commercio.

Se non facciamo turismo, prospettive di crescita e lavoro nella nostra città non ci sono. Con questo provvedimento complessivo che non si faceva da più di 10 anni abbiamo riordinato il sistema dei parcheggi.

Le macchine sono cresciute nel tempo. Spesso non si riesce a uscire dai parcheggi. I parcheggi nuovi a Oneglia sono larghi 25 cm in più. Nella manutenzione che faremo, faremo parcheggi larghi 2.50 metri. Metteremo nuove colonnine per il pagamento a energia solare, si potrà pagare con il telepass, con il telefono. Saranno intallate 45 nuove colonnine per una spesa complessiva di 400 mila euro.

Tutte le zone blu, tranne quelle centrali, dalle 19.30 alle 8.30 sono gratuite.

Spiagge? Le spiagge saranno messe in ordine, era ancora troppo presto.

In questi 10 mesi abbiamo preso un Comune disastrato. Abbiamo dovuto decretare il dissesto per i debiti di 11 milioni fuori bilancio, più 7 milioni di debiti. Il problema nostro va sempre valutato con questa importante considerazione. Se ho la cassa vuota ho molta più difficoltà. Per questo ci siamo impegnati nella ricerca di finanziamenti esterni, ne abbiamo già trovati moltissimi. Stiamo facendo miracoli. Finora avevamo fatto piccoli interventi spot, ora abbiamo fatto un intervento complessivo.

Ascensori

“Sono diventati una telenovela. Nel tempo li aggiustiamo. Abbiamo già raggiunto buoni risultati. I due ascensori fermi al momento sono fermi perché? Quello mediano è fermo per una molla del riavvolgitore del cavo elettrico. Quando l’abbiamo visto non l’abbiamo neanche aperto per fermarlo meglio. L’ascensore con maggior carico, da Marina a viale Matteotti, ha un problema nella gomma del contrappeso, siccome le ruote sono fasciate di materiale gommosa, quindi faceva rumore e, per evitare problemi, abbiamo preferito cambiare le 4 gomme. Abbiamo fatto un miracolo in 10 mesi, funzionano. Abbiamo programmato di fare una volta al mese per fare una giornata di fermo per fare manutenzione”.

 

La diretta

Imperia: piano parcheggi a pagamento – Sindaco Scajola Gagliano

Pubblicato da Imperiapost.it su Lunedì 29 aprile 2019

Segui Imperiapost anche su: