Camporosso: 150 studenti alla giornata della legalità con la Polizia e l’associazione “Libera”/Le immagini

Cultura e manifestazioni

I laboratori si sono realizzati in 5 tappe, dislocate lungo un cammino predisposto nelle piazze e nei suggestivi vicoli del centro storico di Camporosso

Il Comune di Camporosso, in collaborazione con la Polizia di Stato, Libera, e le Scuole della Val Nervia, ha organizzato oggi, a Camporosso, la “Giornata della legalità regoliamoci”, una mattinata di gioco divertimento e impegno per 150 giovanissimi studenti degli Istituti Comprensivi della Val Nervia e Biancheri/Cavour.

Si tratta dell’evento conclusivo, per l’anno scolastico 2018/2019, del “Progetto educazione alla legalità ed alla convivenza democratica”, il 16esimo da quando è stato sottoscritto il protocollo d’intesa tra il Comune di Camporosso, la Polizia di Stato e l’associazione “Libera”, con l’ambizione di avvicinare i più giovani alla legalità, al rispetto delle regole, al buonsenso civico, in modo ricreativo e costruttivo.

I referenti degli Enti aderenti si riuniscono periodicamente e coordinano ogni anno numerose iniziative ideate, organizzate e realizzate in stretta collaborazione.

Centocinquanta i ragazzi che hanno preso parte ai giochi con il loro contagioso entusiasmo, accompagnati dai loro docenti e guidati nel lungo percorso da volenterosi studenti dell’Istituto “Fermi / Polo” di Ventimiglia, che hanno svolto la funzione di tutors e a cui va il plauso degli organizzatori.

Presente anche il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Ventimiglia al gran completo.

I laboratori si sono realizzati in 5 tappe, dislocate lungo un cammino predisposto nelle piazze e nei suggestivi vicoli del centro storico di Camporosso.

Ogni tappa è stata l’occasione per misurare le proprie conoscenze sui temi della legalità e delle regole, un’opportunità offerta ai ragazzi per riflettere in maniera diretta, pratica e divertente sull’importanza, fondamentale per il bene comune, del rispetto delle Leggi, della nostra Costituzione, dei valori della cooperazione e del rispetto.

Nella 1° tappa, in piazza Padre Santo, l’associazione “Libera” con la storia “il cervo e la lepre”, ha proposto una riflessione sul principio che “l’unione fa la forza”.

2° tappa per i rappresentanti della Scuola con un cruciverbone da risolvere.

3° tappa, in piazza G. Marconi, con i componenti del Consiglio Comunale dei ragazzi che hanno presentato un puzzle sulla Costituzione italiana.

Alla 4° tappa i Servizi Sociali e la Polizia Locale di Camporosso hanno suggerito una piccola gara con il gioco “il bene comune”.

In piazza Pertini la 5° e ultima tappa della Polizia di Stato, dove quattro Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ventimiglia, arrivati con due Volanti complete di tutte le loro dotazioni anche straordinarie, hanno illustrato i loro strumenti di lavoro e proposto quiz interattivi sulla loro attività.

L’assessore ai servizi sociali di Camporosso, Fulvia Raimondo, ha infine rivolto un caloroso ringraziamento e un affettuoso saluto a tutti i partecipanti.

Segui Imperiapost anche su: