Imperia: raccolgono rifiuti in città lontano dai riflettori, la storia dei “Due Giovani Volontari”. “Speriamo di essere da esempio”

Attualità Imperia

Questa volta, nel mirino dei due giovani volenterosi c’è stata la chiesetta di Sant’Anna.

Si firmano “Due Giovani Volontari Imperiesi“, senza nome né fotografia, e si dedicano alla pulizia, completamente spontanea e gratuita, di diversi luoghi nascosti, ma preziosi, del territorio imperiese.

Questa volta, nel mirino dei due giovani volenterosi c’è stata la chiesetta di Sant’Anna.

Ecco cosa hanno raccontato a ImperiaPost sulla loro iniziativa.

Due giovani volontari al lavoro per pulire la chiesa di Sant’Anna

“Ieri abbiamo deciso di dare un minimo di decoro ad uno degli angoli piú nascosti e suggestivi di Imperia – spiegano – la chiesetta di S.Anna sulle colline Onegliesi. Il piccolo spazio dinnanzi alla chiesa è stato negli ultimi mesi preda del bivacco incontrollato di alcuni gruppi di giovani, un bivacco che costantemente ha prodotto numerosi scarti”.

Cosa avete trovato?

“Materiali derivanti dal fumo (mozziconi di sigaretta, filtri, pacchetti di sigarette vuoti), bottiglie di vetro (dalle birre ai super alcolici), un numero imprecisato di bottiglie di plastica, scarti alimentari ed altri rifiuti di cui è meglio evitarne la descrizione. Tutti rifiuti che sono stati abbandonati incivilmente in un luogo la cui bellezza andrebbe preservata e non essere oggetto dell’incuria e dell’inciviltà di giovani e non solo.

Oggi abbiamo fatto un piccolo gesto per la nostra Città che nonostante i suoi numerosi problemi continuiamo ad amare e ci sentiamo di preservare”.

È la prima volta che vi adoperate a simili iniziative?

“Non è la prima volta che ci adoperiamo in simili attività, ma questa volta è stata simbolica per noi e i tenevamo a condividerla con il pubblico sperando di essere da esempio per altri cittadini volenterosi”.

Come mai non vi firmate?

“Non vogliamo apparire con i nostri nomi perchè non ci sembra opportuno data la nostra attività di volontariato”.

 

Segui Imperiapost anche su: